Home | Foto | Video | Notizie | Agenda | GPS | Articoli | Meteo | WebCams | Contattaci | Aiuto

Menu principale

Album foto

Foto a caso

Alpinismo : Testa Nord di Bresses m. 2830 - 21 settembre
Autore: klaus (Notizie dello stesso autore)
Notizia inviata il: 21/09/14 17:12
Notizia riferita al: 21/09/14
Letture: 1428

Dopo un'estate veramente poco estiva, si sperava almeno in un settembre come tradizione vuole, con giornate fresche al mattino ma luminose e colorate nelle gradazioni di inizio autunno.
Invece nisba, il 2014 continua come è cominciato, piogge, nebbie, eccetera...
Ciò non impedisce però di coltivare ugualmente la passione per le belle camminate e le facili gite alpinistiche come quella di oggi, a dire la verità facendomi rimangiare quello che ho appena detto, visto che il cielo è sgombro di nuvole e (appena fa giorno) di un bel blu intenso. Basta avere pazienza e aspettare la giornata giusta, che fortunatamente questa volta coincide con la domenica.
La gradazione (alcoolica) di ieri sera superava un po' i limiti di guardia ma quando si è al sicuro in casa per una festicciola familiare anche questo è concesso. O no?
Comunque parto appena fa giorno, attraversando su ponticello il Gesso della Valletta e cominciando la salita verso i laghi di Fremamorta. Arrivato dopo un paio di orette al lago sottano, già ben sudato e in maniche corte anche se il sole è un po' velato, proseguo per il vicino colletto di Valasco, fine della comoda mulattiera e inizia la parte alpinistica. Ho cercato invano una relazione con la via più facile per raggiungere la vetta ma a parte le poche righe trovate sul volumetto del Cai che mi hanno dato solo l'idea, ho dovuto quasi subito andare a "stim".
Salgo dunque verso la cresta Nord Est della montagna, non proprio sul filo ma un po' sotto, lato laghi di Fremamorta, sfruttando tracce di camosci, per evitare le frastagliature. Dopo un venti minuti di faticosa salita ho scavalcato un colletto appena accennato tra due roccioni e sceso di pochi metri verso una grande terrazza erbosa inclinata, ho trovato una traccia e un paio di ometti. Attraversata la terrazza erbosa ho puntato ad un canale detritico che ho risalito per circa 50 metri, quando mi sono trovato contro le rocce più ripide ho visto un altro ometto sulla mia destra e sfruttando una cengetta l'ho raggiunto. Da questo punto gli ometti me li sono costruiti da me più che altro per ritrovare il passaggio a tornare, perchè ora si entra in un grande avvallamento con rocce sicure ma ripide che ho attraversato per tornare verso la cresta. Cresta che ora si è fatta detritica e non più frastagliata e che mi ha portato direttamente in cima.
Mi godo la vetta a modo mio (solo, con una sigaretta) sbinocolando intorno a vedere le cime già salite (tante) e quelle che mi restano da salire (un discreto numero), depennando dalla lista la Testa Nord di Bresses, ancora più appagante della Sud dal punto di vista panoramico.
Tornato (con estrema cautela nell'attraversare la conca) al colletto di Valasco e al lago sottano, divago ancora un po' fino al bivacco Guiglia per fermarmi un attimo con vista quadrangolare sulla regina Argentera. Arrivo all'auto che sono solo le 14, così torno a casa presto... l'altra metà della mela è contenta (forse). La mia metà lo è di sicuro, grazie alla bella giornata e alla bellissima gita.

21/09/2014 - Valle Gesso, Terme di Valdieri
Percorso: Gias delle Mosche (parcheggio del rifugio Bozano) m. 1590, lago sottano di Fremamorta 2359, colletto di Valasco 2429, testa di Bresses Nord 2830
Dislivello : m. 1240 - Difficoltà : F+


Stampa la pagina Manda la notizia a qualcuno Crea un PDF con questa notizia
Commenti
Visualizzazione:
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori.
Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Accesso
Nome utente:

Password:


Registrati

Hai perso la password?

Condividi

Cerca
Google


Ricerca avanzata


Installa motore di ricerca

Utenti connessi
13 utenti sono connessi

Iscritti: 0
Visitatori: 13

altri...

A quanto siamo...
Siamo a:



pagine visitate

Pubblicità

   


Google
LaFiocaVenMola.it - info@lafiocavenmola.it