Home | Foto | Video | Notizie | Agenda | GPS | Articoli | Meteo | WebCams | Contattaci | Aiuto

Menu principale

Album foto

Foto a caso

Album Foto > Album personali > ste67 5256 immagini in 370 albums visti 396196 volte
Sentieri a Chiusa San Michele.(23/09/2017)



Giretto lungo i sentieri a monte di Chiusa San Michele fino a raggiungere il punto più alto del territorio comunale posto a quota 1315 m da dove un sentiero, da poco tracciato da appassionati di mtb, scende in direzione della borgata Bennale e di qui fino in fondo valle.
Il punto di partenza si trova nei pressi del colle Remondetto.
Per l'occasione una volta raggiunto il colle ho proseguito fino alla Roccia Corba per poi ritornare al colle Remondetto ed alla vicina cima di San Michele dalla quale, per mezzo del sentiero di recente tracciatura, sono rientrato in fondo valle.


Data: 23/09/2017
Partenza da: Chiusa San Michele (To)
Dislivello: complessivo 1150 m
Zona: Bassa Val Susa (To)
Difficoltà: E

9 Immagine(i), Inserita il 15/10/2017

Pian dell'Orso, monte Muretto e colle del Vento. (10/09/2017)



Giro ad anello in val Sangone toccando il pian dell' Orso, il colle del Vento e il vicino monte Muretto.
Sentieri evidenti, ben percorribili e ottimamente segnati.


Data: 10/09/2017
Partenza da: Borgata Tonda Coazze - (To)
Dislivello: complessivo 1200 m
Zona: Val Sangone (To)
Difficoltà: E

13 Immagine(i), Inserita il 08/10/2017

Colle Bione . (3/09/2017)



Piacevole escursione lungo le mulattiere della bassa val Susa con meta il Colle Bione, posto sulla cresta tra le valli Susa e Sangone.
Punto di partenza Vaie da dove, seguendo una bella mulattiera lastricata, si sale alla borgata Folatone ed alla vicina borgata La Mura. Proseguendo poco oltre, nei pressi delle prese Cattero, inizia il sentiero che con un lungo traverso nel bosco conduce sulla strada sterrata a monte del castel Billia. Il tracciato di tale sentiero si presenta ripulito e perfettamente risistemato in quanto parte del percorso di una gara di corsa in montagna.
Raggiunta la sterrata in breve arrivo al termine della medesima ove si prosegue in direzione del colle Bione mediante il sentiero.
Dal col Bione proseguo lungo il sentiero di cresta che transita sulla Roccia Corba per poi scendere al colletto dei Tre Roc.
Dal colletto, mediante il sentiero dei Franchi, discesa in direzione prese Cattero La Mura ove, abbandonato il Sentiero dei Franchi, scendo a valle lungo la mulattiera diretta al Cresto per poi seguire la diramazione verso Vaie rientrando al punto di partenza.

Data: 3/09/2017
Partenza da: Vaie - Bassa val Susa (To)
Dislivello: complessivo 1180 m
Zona: Bassa val Susa.
Difficoltà: E

8 Immagine(i), Inserita il 14/09/2017

Vallone della Rho (20/08/2017)



Raggiunte, a piedi, le grange della Rho ho percorso in salita il tracciato della ex strada militare - segnavia 721a. ll tunnel, soggetto a cedimento della volta, presenta all'esterno un sentiero di nuova costruzione. Il ponte sul rio Rebour, invece, risulta danneggiato, come visibile nelle foto. Sarebbe opportuno un intervento di recupero altrimenti l'arcata del ponte sulla quale la massicciata è stata asportata potrà essere danneggiata dagli agenti atmosferici e dal gelo invernale.
Raggiunta la Caserma del Pian dei Morti sono rientrato a valle lungo il sentiero 721 che presenta un fondo sconnesso e pietroso.
Buone gite.


Data: 20/08/2017
Partenza da: Partenza bivio per grange della Rho lungo la strada da Bardonecchia a grange Frejus.
Dislivello: complessivo 900 m
Zona: Bardonecchia (To)
Difficoltà: E

13 Immagine(i), Inserita il 09/09/2017

Pic du Lac Blanc - Valle Stretta ( 19/08/2017)



Escursione al Pic di Lac Blanc con partenza dalla valle Stretta.
Sentiero ottimo fino al Col Du Vallon e poi discesa, con perdita di quota, lungo il percorso che conduce a Névache fino a trovare il sentiero che sale al Lac Blanc e poi al picco omonimo.
Raggiunto il lago il tracciato prosegue in direzione della cresta ove transita il sentiero che conduce al Pic du Lac Blanc.
Dalla cima discesa su incerta traccia, in mezzo alla pietraia, in direzione del Lac Blanc fino ad un colletto tra il lago e la cresta che sale al Rocher Blanc. Per raggiungere il col du Vallon, senza pedere troppa quota, attraversata la pietraia del Rocher Blanc, senza traccia alcuna. Tale percorso di attraversamento della pietraia, disagevole, lo avevo già seguito in una precedente gita avente come meta il Rocher Blanc.
Raggiunto il Col du Vallon ripercorso il tracciato seguito all'andata per rientrare all'alpeggio di Valle Stretta.


Data: 19/08/2017
Partenza da: Alpeggio Valle Stretta.
Zona: Valle Stretta - Francia
Difficoltà: E - EE dal Pic L.B al colle du Vallon.

13 Immagine(i), Inserita il 04/09/2017

Passo dell'Orso e Grand Hoche.



Panoramico e piacevole il sentiero che sale al passo dell'Orso merita sempre una gita. Raggiunto il passo ed il bivacco Blanchetti proseguo fino alla vetta della Grand Hoche. Per raggiungere la vetta sentiero in buone condizioni.
Rientro a valle lungo il medesimo percorso effettuato in salita.


Data: 13/08/2017
Partenza da: Chateau Beaulard Oulx (To)
Dislivello: complessivo 1400 m
Zona: Alta Val Susa.

12 Immagine(i), Inserita il 22/08/2017

Col des Acles e Tour Jaune de Barabbas (11- 08 -2017)



Escursione al col des acles con proseguimento lungo il sentiero che transitando a monte della Tour Jaune de Barabbas raggiunge l'anfiteatro sotto il pas de Rousses. Rientro a valle lungo il sentiero n° 710 A che scende in direzione delle grange Guiaud. Questo sentiero, nella parte appena a valle dell'anfiteatro, si presenta fortemente danneggiato dalle erosioni. La parte nel bosco presenta alcune piante cadute di traverso che sbarrano il sentiero.

Data: 11/08/2017
Partenza da: Pian del Colle - Bardonecchia (TO)
Dislivello: complessivo 1150 m.
Zona: Alta Val Susa.

12 Immagine(i), Inserita il 22/08/2017

Al rifugio Avanzà da Bar Cenisio. ( 6 agosto 2017)



Piacevole escursione pomeridiana, su bel sentiero, con partenza da Bar Cenisio, per raggiungere il rifugio Avanzà.
Discesa sul medesimo itinerario percorso durante la salita.


Data: 06/08/2017
Partenza da: Bar Cenisio - Venaus (To)
Dislivello: complessivo 1070 m
Zona: Val Cenischia (To)
Difficoltà: E

8 Immagine(i), Inserita il 17/08/2017

Punta Galambra. ( 3 /8/2017)



In occasione dell'escursione al passo del Ghiaccio, una volta raggiunto il bivacco Sigot, ho proseguito fino al passo Fourneaux meridionale ed alla vicina punta Galambra posta in posizione panoramica.
Lunga discesa su facile senitiero per rientrare alle Grange della Valle, punto di partenza dell'escursione.


Data: 03/08/2017
Zona: Alta Val Susa. (To)
Difficoltà: E

11 Immagine(i), Inserita il 17/08/2017

Il passo del Ghiaccio di Salbertrand da Casses Blanches.



Una volta raggiunto il m.te Chabriere scendo fino a raggiungere la mulattiera che sale alla caserma Casses Blanches, esempio di mulattiera ottimamente realizzata che purtroppo a tratti risente di frane e smottamenti di pietre che ne invadono, a tratti, la sede.
Raggiunta la caserma Casses Blanches e poco oltre l'omonima punta l'obiettivo è quello di salire al Passo del ghiaccio, punto in cui, tramite un colletto, il vallone del rio Geronda e quello del Galambra si collegano.
Anticamente, tra il diciannovesimo ed il ventesimo secolo e per pochi anni, il passo era utilizzato dagli abitanti di Salbertrand per trasportare, mediante slitte, i blocchi di ghiaccio estratti dal ghiacciaio Galambra al fondo valle. Tale attività, disagevole e faticosa, permetteva d'integrare il reddito.
Per questo l'intaglio lungo la cresta tra il vallone del Galambra e quello del Geronda ha preso nome di Passo del ghiaccio o Pas d'la Giassa.
Per raggiungere il Passo del ghiaccio, dalla punta Casses Blanches ho proseguito lungo la cresta, evitando i tratti di roccia, seguendo tracce di animali fino a raggiungere un primo e poi un secondo colletto. Oltre il secondo colletto sono salito a margine della zona rocciosa, puntando in direzione del passo con percorso non difficile ma privo di sentiero e di segnature, fino a raggiungere la base della cresta rocciosa e superato un canalino, breve ma costituito da materiale incoerente, ho raggiunto il canale che scende dal passo, pochi metri a valle del medesimo. Da questo punto inizia la discesa lungo il pendio che porta fino in fondo al vallone del rio Geronda ove transita la mulattiera detta via Rossa.
Seguendo il canae, in salita, in breve raggiungo il Passo del ghiaccio ove è presente una targa commemorativa delle fatiche dei montanari che per integrare il reddito dovevano salire fino a questa quota per prelevare il ghiaccio utilizzato nelle ghiacciaie delle città di pianura. Dal passo si vede il vallone nel quale vi era il ghiacciaio del Galambra ed ove oramai vi sono solo più pietre e residui di nevai. Dal passo spostandosi leggermente in direzione sud- est, a destra lasciandosi alle spalle il passo, è visibile il non lontano bivacco Sigot raggiungibile tramite mulattiera da Grange della Valle.
Dopo le foto di rito al Passo del ghiaccio, in breve, dopo una discesa tra le pietre smosse ove vi era il ghiacciaio ed una risalita per arrivare nella zona del Galambra, raggiungo il bivacco Sigot.


Data: 3/08/2017
Partenza da: Monte Chabriere.
Dislivello: complessivo 830 m
Zona: Alta Val Susa (To)
Difficoltà: EE

30 Immagine(i), Inserita il 05/08/2017

370 albums in 37 pagina(e) 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 37

Accesso
Nome utente:

Password:


Registrati

Hai perso la password?

Condividi

Cerca
Google


Ricerca avanzata


Installa motore di ricerca

Utenti connessi
48 utenti sono connessi

Iscritti: 0
Visitatori: 48

altri...

A quanto siamo...
Siamo a:



pagine visitate

Pubblicità

   


Google
LaFiocaVenMola.it - info@lafiocavenmola.it