Home | Foto | Video | Notizie | Agenda | GPS | Articoli | Meteo | WebCams | Contattaci | Aiuto

Menu principale

Album foto

Foto a caso

Album Foto > Album personali > roberto55 4056 immagini in 149 albums visti 320863 volte
Punta dell'Aquila 03/02/2008 - Escursionismo



Oggi un'impegno famigliare mi obbliga ad essere a casa alle 10.
Ieri, durante la gita al Musinè mi ero già programmato per oggi una gita con le ciaspole in Val di Susa, quest'imprevisto non ci voleva.

Però la voglia di andare in montagna è tanta, tanta che mi sveglio prestissimo, cosa fare?
Mi alzo e in dieci minuti sono in macchina destinazione Alpe Colombino.

Mi porto con un'andatura da formula uno al parcheggio dell'Alpe Colombino dove incontro un altro matto che parte come me a fare la gita con un buio pesto.

La temperatura e sullo zero, ma l'andatura sostenuta mi riscalda subito, ho fatto che lasciare le ciaspole in macchina, la pista ben battuta e ghiacciata mi permette di salire in quota velocemente, in brevissimo mi ritrovo alla stazione intermedia dove mi raggiunge lo sci-alpinista e mi supera con un'andatura da gara.

Il tempo non è dei più belli, fa freddo e le nuvole sono sempre più minacciose.
Mi porto verso la Cappella/Rifugio mentre stà per albeggiare, per cresta mi porto verso la Vetta dove lo sci-alpinista è appena arrivato e si prepara per la discesa.

Mi faccio fare una foto e scappiamo verso valle, fa freddo e tutte due abbiamo fretta.
Alle 9,30 sono a casa, sveglio il popolo che dorme, nessuno crede che sono stato in montagna, diglielo tu Baloo!!!


Data: 03/02/2008
Quota max: 2115
Partenza da: Alpe Colombino
Quota partenza: 1240
Dislivello: 875
Zona: Val Sangone
Difficoltà: E

11 Immagine(i), Inserita il 19/02/2008

Musiné, Cresta Est 02/02/2008 - Escursionismo



Ancora una volta sul Musiné!
La montagna più vicina a Torino. La prima montagna che si sale quando i nonni portano i bambini a fare la gita ( che culo!) , quando i genitori vogliono tramortire i pargoli, ma i gagni hanno una resistenza bestiale e mandano mamma e papà a nanna!. Al Musiné in inverno quando c'è la neve, di notte quando c'è la luna piena, al mattino presto o alla sera dopo il lavoro per allenarsi.
E' una montagna che mi è sempre piaciuta ed è un posto dove incontri sempre qualcuno che conosci!
Quante volte sono salito alla croce? Non mi ricordo, in questi ultimi mesi 8 o 10? Da quando mi sono messo in testa che la lontananza dal mondo alpinistico doveva aver termine ( le ultime salite difficili ormai risalgono al 1994 ) ho ripreso a salire su questo percorso per far fiato e gambe, è sempre stato un termometro del grado di allenamento per chi pratica la montagna.

Durante il percorso hai modo di superare o di farti superare da una marea variegata di personaggi, famiglie al completo, atleti in perenne competizione con se stessi, anziani che salgono per la millesima volta, in brevissimo tempo fai una gita che ti permette di fare un buon dislivello e di vedere una sfilata di belle vedute che si espandono in un panorama circolare, illimitato e splendido, quando si raggiunge la vetta.

Cerco sempre di venire a fare questa escursione al mattino presto, in modo da arrivare in vetta da solo quando non c'è ancora nessuno, e bellissimo!
In queste mie gite al Musiné mi accompagna sempre Baloo, compagno ideale, mi dà sempre ragione!


Data: 02/02/2008
Quota max: 1150
Partenza da: Caselette
Quota partenza: 390
Dislivello: 760
Zona: Prealpi Torinesi
Difficoltà: E

12 Immagine(i), Inserita il 06/02/2008

Cascate in Val Ferret 27/01/2008 - Cascate di Ghiaccio



Data: 27/01/2008
Partenza da: Parcheggio Val Ferret
Che giornata! Ci siamo trovati alle sei a Chieri con una temperatura di 3° sotto zero, dopo un’ora in Valle la temperatura era di 12°-13°, abbiamo subito pensato di aver inciuccato la giornata, con un vento caldo fare ghiaccio non è salutare.
Invece quando abbiamo raggiunto il parcheggio di Planpincieux ci siamo rincuorati con una temperatura più fredda.
Ci siamo messi in cammino, chi con le ciaspole, chi senza, verso la prima cascata già visibile dalle macchine. Che culo per chi non aveva le racchette, un metro di neve soffice!

Abbiamo raggiunto la meta accaldati ma pronti ad entrare in produzione!
Attrezzati i tiri ci siamo messi a piccozzare le varie possibilità di salita su questo muro ghiacciato, un lavoro a cottimo! Non sembra ma dopo qualche ora il dislivello fatto è notevole.
Ma la cosa che ti lascia senza fiato è il paesaggio, magnifico!
L’Aig.Noir de Peutérey,il Bianco,le Jorasses, la fantasia inizia a lavorare, si sogna ad occhi aperti e ….lasciamo perdere.
In Val Ferret le cascate più conosciute sono quattro, la prima e la seconda già visibili dal parcheggio sono a un’oretta di cammino, la terza e la quarta ( la più bella e lunga ) sono ad un paio d’ore di cammino ma con tutta questa neve non sono consigliate per il pericolo di caduta valanghe.

Ringrazio gli amici del CAI di Chieri che ancora una volta mi hanno dato la possibilità di usare le picche e i ramponi dopo parecchi anni di inattività.

26 Immagine(i), Inserita il 04/02/2008

X-ICE La Falesia dei Mutanti 19/01/2008 - Cascate di Ghiaccio



Esercitazioni con gli amici del CAI di Chieri.
Per evitare la gran folla abbiamo arrampicato di sera alla luce di un generatore con lampade alogene; che fig...!
Questa falesia, punto d'incontro per i ghiacciatori Piemontesi,é sempre più frequentata, bisogna prendere il biglietto come dal salumaio!
Ma la mente vulcanica di Davide ha risolto il problema, andiamo di notte!!

Detto e fatto, ci siamo trovati alle quattro con generatore, fornello a gas e pintoni di vino e ci siamo preparati per la serata.

Alla fine tutti soddisfatti!
Da rifare! E.. non copiateci!






Data: 19/01/2008
Zona: Ceresole Reale
Difficoltà: Varie

17 Immagine(i), Inserita il 04/02/2008

La Cialma 19/01/2008 - Racchette da Neve



Ho fatto questa classica con le ciaspole, tempo soleggiato e temperatura primaverile.

In attesa di trovarmi con gli amici del CAI di Chieri per andare alla falesia di ghiaccio di Ceresole Reale, sono salito su questo belvedere dove la vista spazia sul gruppo del Grampa e del vallone del Piantonetto.

Purtroppo avevo la batteria della macchina fotografica scarica. GADAN!!


Data: 19/01/2008
Quota max: 2193
Partenza da: Carrello di Locana
Quota partenza: 1439
Dislivello: 754
Zona: Valle dell'Orco
Difficoltà: Elementare

8 Immagine(i), Inserita il 08/02/2008

Colle Chabaud 28/12/2007 - Sci Alpinismo



L'intenzione era di fare il Giassez, ma visto che le pance sono cresciute come delle angurie, visto che la fiacca era tanta, abbiamo deciso di andare, lentamente molto lentamente al Colle Chabaud.

Ogni tanto fare flanella è bello.
Con Vittorio, è sempre un piacere andare in montagna con lui.


Data: 28/12/2008
Quota max: 2217
Partenza da: Thures
Quota partenza: 1580
Dislivello: 637
Zona: Alta Val di Susa
Difficoltà: MS

5 Immagine(i), Inserita il 08/02/2008

Valle Argentiera 27/12/2007 - Racchette da Neve



Siamo venuti in Val Argentiera per allontanarci dal caos della città, per cercare di smaltire i pranzi natalizi, ma abbiamo avuto la Spiacevole sorpresa di trovare due elicotteri che caricavano alcuni sciatori per portarli sulla Punta Rognosa e sul Platasse, la cosa buffa che dopo pranzo è arrivata anche una moto slitta.

Ho avuto un'attimo di panico, come mi allontano dal traffico cittadino e mi ritrovo nel traffico dell'alta quota?

A parte gli scherzi, venire in questa valle è sempre una bella esperienza e come al solito abbiamo visto camosci e stambecchi che si arrampicavano in alto sulle rocce.


Data: 27/12/2007
Quota max: 1850
Partenza da: Ponte terribile
Quota partenza: 1642
Dislivello: 208
Zona: Alta Val di Susa
Difficoltà: Elementare

9 Immagine(i), Inserita il 08/02/2008

Dalla punta dell'Aquila alla vetta dell'Ujia 22/12/2007 - Escursionismo



Ho fatto questa escursione con le ciaspole fino alla punta dell'Aquila, poi ho proseguito per cresta fino alla punta dell'Ujia, facendo la traccia in un percorso un po' infido in quanto in alcuni punti si sprofondava fino alle ginocchia.

Mio fido compagno il bravo Baloo, ma oggi quando dalla cresta ha visto camosci e stambecchi mi ha fatto impazzire. Giornata fredda e nuvolosa ma soddisfacente in quanto unendo le due vette il dislivello è stato di oltre 1000 mt.

Mi piacerebbe tornare più avanti nella stagione, senza cane ma con picca e ramponi, e rifare il percorso per cresta andando avanti fino alla testata della Val Sangone.

C'è qualcuno che ha già fatto questo percorso con la neve?


Data: 22/12/2007
Quota max: 2158
Partenza da: Alpe Colombino
Quota partenza: 1240
Dislivello: 1100 mt circa
Zona: Val Sangone
Difficoltà: E, EE sulla cresta

28 Immagine(i), Inserita il 06/02/2008

Rocca della Sella 16/12/2007 - Escursionismo



Quanti ricordi e quante gite fatte con le figlie quando erano bambine su questo percorso conosciuto da tutti gli escursionisti torinesi.

Oggi ho fatto il sentiero di tramontana con parecchia neve ma già percorso da qualcuno, ha nevicato fino a ieri mattina.

Il panorama, come al solito è bellissimo.


Data: 16/12/2007
Quota max: 1508
Partenza da: Comba di Celle
Quota partenza: 997
Dislivello: 511
Difficoltà: E

17 Immagine(i), Inserita il 06/02/2008

149 albums in 15 pagina(e) 1 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15

Accesso
Nome utente:

Password:


Registrati

Hai perso la password?

Condividi

Cerca
Google


Ricerca avanzata


Installa motore di ricerca

Utenti connessi
16 utenti sono connessi

Iscritti: 0
Visitatori: 16

altri...

A quanto siamo...
Siamo a:



pagine visitate

Pubblicità

   


Google
LaFiocaVenMola.it - info@lafiocavenmola.it