Home | Foto | Video | Notizie | Agenda | GPS | Articoli | Meteo | WebCams | Contattaci | Aiuto

Menu principale

Album foto

Foto a caso

Album Foto > Album personali > roberto55 4056 immagini in 149 albums visti 320863 volte
Valgrisenche La Béthaz, Miollet bassa e alta 21/09/2008 - Arrampicata



Oggi uscita con gli amici del Cai di Chieri, meta la Valgrisenche.
La falesia in oggetto è situata sopra l'abitato di La Béthaz e si chiama Miollet. E' la classica falesia in quota dove si può arrampicare solamente nelle giornate estive.
Oggi mi sono veramente divertito, ho arrampicato sempre da capocordata, prima nel settore basso dove abbiamo fatto le sei vie situate nella parte sinistra della parete, tutte di grado 4, 4a.
Poi ci siamo spostati nella falesia di Miollet alta nella falesia destra dove ho salito la fessura, bel tiro di 5+ , dopo ho percorso da secondo il primo tiro della 'Maiala' un bel 6a.
Il solito Giacomo ci ha dato dimostrazione della sua bravura salendo a vista la via'Arborea' un bel 7b+. Bella giornata, da ritornarci il prossimo anno.



Data: 21/09/2008

11 Immagine(i), Inserita il 29/09/2008

Cava di Borgone e Orrido di Foresto 07/09/2008 - Arrampicata



Piacevole pomeriggio alla cava di Borgone e all'orrido di Foresto.
Con Silvia, Marta e Lucio siamo andati prima a Borgone dove abbiamo fatto la via normale e il diedro. Poi siamo andati al fresco nell'orrido di Foresto dove abbiamo fatto il primo tiro di Arcobaleno. Qui, abbiamo socializzato con un orsetto di 80 kg di nome ' Sedor ' travestito da cane, praticamente due Baloo !
Non andavo alla cava d Borgone da almeno 15-16 anni, è sempre un bella falesia resa sicura dall'ottima chiodatura a spit. Altrettanto si può dire dell'orrido dove gli spit sono molto ravvicinati, l'unico neo è il calcare reso liscio come il marmo dal passaggio di migliaia di arrampicatori.


Data: 07/09/2008

33 Immagine(i), Inserita il 29/09/2008

Lo 'Skipper' alla Rocca Castello 30/08/2008 - Alpinismo



Porca pu….., rallenta un po'! Giuseppe stà imprecando e non riesce a tenere il passo sul sentiero che da Chiappera ci stà portando al Colle Greguri.
Io con l'allenamento peruviano nelle gambe né approfitto e accelero ancora di più, per giocare!
Hai voluto fare il marinaio? Adesso paga dazio!
Strano tipo Giuseppe. Ha veramente i neuroni in tilt, infatti sia la moglie, sia i figli sono veramente preoccupati per la sua psiche.
Vita sedentaria fino all'anno scorso, poi qualcuno lo porta a mangiare al rifugio Mariannina Levi e qui il neurone pazzariello và in tilt e inizia la passione della montagna, escursionismo e alpinismo.
Quando è in gita, i figli ormai persone adulte, lo chiamano al telefono per sincerarsi che non si metta nei guai! E' veramente una cosa bella vedere un uomo di una certa età farsi prendere così dalla passione della montagna, ma non totalmente!
L'ultima novità è la vela. Durante il mese di Agosto ha fatto un corso di vela di due settimane alla Caprera e adesso è combattuto su come organizzare i fine settimana. Montagna o Mare?
Vedremo come andrà a finire.

Siamo quasi arrivati al colle e incontriamo due ragazzi che sono saliti dalla parte opposta e stanno scendendo verso lo spigolo Maria Grazia. Ci fermiamo un attimo per fare una fotografia alla punta Figari e ripartiamo verso il colle ormai vicinissimo.
Siamo venuti fin qui per fare la via Sigismondi alla Rocca Castello, salita alpinistica classicissima.
Ieri lo ' Skipper', ormai gli ho affibbiato questo soprannome, appena tornato dal mare mi telefona per combinare una gita, vorrebbe fare una salita facile nel gruppo Castello-Provenzale.
Scelgo questa salita perché è stata una delle mie prime salite, ho un bel ricordo e non l'ho mai più fatta.
Ci imbraghiamo e partiamo subito su questo percorso evidentissimo che ci porta rapidamente sulla aerea cresta Nord, altri due tiri e arriviamo in vetta.
Faccio presente allo skipper che Sigismondi, primo salitore della rocca, è passato di qui esattamente 100 anni fa, nel 1908. Chissà se aveva tribulato a salire il camino con le scarpe chiodate?
Mentre facciamo una disquisizione sul tipo di chiodatura che abbiamo trovato, anche qui hanno messo gli spit, arrivano i due ragazzi saliti dallo spigolo Sud-Est.
Due generazioni a confronto, noi due con abbigliamento alpinistico e con gli scarponi, loro due con pantaloncini corti e scarpette due numeri in meno, infatti continuano ad imprecare per il dolore alle dita. Ci offrono di fare le doppie con le loro corde da 50 metri per fare più in fretta, noi siamo saliti con una corda sola.
Sono state tre calate una più sfigata dell'altra in quanto si sono incastrate in tutte le discese.
Una volta arrivati sulla grande cengia l'abbiamo percorsa tutta fino all'ancoraggio dell'ultima calata, calata spettacolare e senza problemi.
Abbiamo subito legato con questi due simpatici ragazzi ai quali ho fatto la promessa di segnalare il loro paese di provenienza.
Fontanelle di Boves è la frazione dove vivono e i loro nomi sono Gian Luca e Felix.
Avete visto che mi sono ricordato?


Data: 30/08/2008
Quota max: 2452
Partenza da: Chiappera
Quota partenza: 1614
Dislivello: 838
Zona: Valle Màira
Difficoltà: AD+

13 Immagine(i), Inserita il 28/09/2008

Falesia La Baita 24/08/2008 - Arrampicata



Ad una settimana dal rientro dal Perù dobbiamo ancora recuperare un po' di forze e l'intenzione per questo fine settimana é di riposarci.
Ma ieri, sabato, Marta, Lucio e Baloo sono tornati dalle ferie, Corsica, mare e arrampicate!!
Questa mattina tutti quanti ci siamo svegliati tardi e ….cosa facciamo? Propongo di andare ad arrampicare in un posto vicino, prepariamo i panini e via verso la falesia la baita.
Nei giorni scorsi avevo letto il racconto di Enrico e ho voluto imitarlo.
Oltre che portarmi la figlia mi sono portato il boy, ad un certa età bisogna lasciare spazio ai giovani!! Specialmente sulle vie difficili!!
Così abbiamo arrampicato tutto il pomeriggio sul settore Biancaneve, poi sul Masso delle Masche ed infine, all'imbrunire al settore del Titanic dove solamente Lucio ha salito ' la poppa' 6b+.
Piacevolissima giornata senza una nuvola ed abbastanza fresca, confermo che questo sito è ottimo per andarci con la famiglia , infatti c'erano delle mamme con i pargoli e i papà che giocavano sulle rocce…..


Data: 24/08/2008
Partenza da: Ambrosinera
Zona: Colle del Lys - Valle di Viù
Difficoltà: dal 3a al 7a

36 Immagine(i), Inserita il 24/09/2008

Perù,Parte XI - Riposo a Huraz e rientro 14-15-16-17/08/2008 - Viaggio Extraeuropeo



Diario,Giovedì 14/08/2008

Oggi non ci siamo mossi da Huaraz, abbiamo bighellonato tutto il giorno, meta obbligatoria il mercato artigianale, poi negozi vari, di nuovo al mercato, altro che riposarci !
Nel pomeriggio siamo passati alla casa delle guide a lasciare un pacco per gli amici dell'organizzazione O.M.G.
Abbigliamento, medicine, cibi liofilizzati, tutte cose che serviranno ai ragazzi di Marcarà.
Non ci resta che fare i bagagli, domani mattina inizieremo a fare un lungo viaggio di rientro che ci porterà a casa.
Addio, anzi, ARRIVEDERCI PERU' !

Venerdì 15/08/2008
Da questa data non ho più scritto il diario, ecco qui di seguito la conclusione del viaggio.
Alle 09,30 abbiamo preso il bus che in otto ore ci ha portato a Lima.
Arrivati al terminal abbiamo preso un taxi fino all'aeroporto dove il nostro volo era programmato per le 23,30. Come al solito c'era un ritardo, siamo partiti all'una.

Sabato 16/08/2008
Siamo arrivati a New York verso le 10, lunga fila per controlli vari e il ritiro dei bagagli, cambio di terminal e infine, consegnati i bagagli con destinazione Roma si son fatte le 12. Il nostro volo è programmato per le 17.05 , non c'è tempo per andare a fare un giretto in città, non ci rimane che sederci e aspettare.
Il volo viene più volte posticipato, partiremo alle 21,30.
Così siamo arrivati a Roma in tarda mattinata di Domenica 17/08/2008, prendiamo il primo volo per Milano Linate, navetta e finalmente arriviamo a Malpensa dove un pulmino ci porta al parcheggio.
Qui troviamo la macchina seriamente danneggiata dalla grandine caduta il giorno prima, ci dicono che i chicchi erano grossi come delle mele!
Siamo talmente stanchi che ……
Arriviamo a casa alle 18,30, stanchissimi, altra sorpresa, c'è stata una tromba d'aria all'inizio di agosto con forte grandinata.
Infatti ci sono i vetri delle velux rotti e un camino nel cortile.
Così abbiamo concluso le nostre vacanze del 2008, stanchissimi ma pieni di ricordi!
CONCLUSIONI
E' passato parecchio tempo da quando ho inserito la prima parte del viaggio sul sito e tante giornate si sono susseguite ridandomi un po' di forza. Il viaggio mi aveva veramente stancato, sono ritornato in Italia bisognoso di riposo. Ora che ho recuperato completamente posso tirare le somme della spedizione. A livello tecnico sono felice che tutto sia andato bene, a parte qualche piccolo intoppo che non ha, fortunatamente, snaturato il significato e il senso del viaggio. Sono tornato a casa con sette chilogrammi di grasso in meno, tutto sommato è stata una cosa positiva, ma adesso stò recuperando velocemente!!!
Per la prima volta sono stato a quote così alte e, in questo caso, il mio fisico ha risposto abbastanza bene ed è, spero, una conferma che nonostante l'età c'è ancora qualcosa da spendere!Tutta l'ansia per organizzare il viaggio è svanita appena siamo arrivati in Perù e abbiamo scoperto come si vive in America Latina, con calma, calma, calma……..La spedizione turistica/alpinistica è stata coronata, ovviamente, dal raggiungimento della vetta del Vallunaraju, ancora una volta devo ringraziare Marilena che mi ha dato la possibilità di portare a casa un sogno nel cassetto! Nel complesso siamo felici di come è andata la spedizione, chiaramente ci sono stati degli imprevisti ma tenendo conto che abbiamo fatto un po' i 'turisti per caso', complimenti del successo !!!!


Data: 14-15-16-17/08/2008

15 Immagine(i), Inserita il 23/09/2008

Perù,Parte X - Seraccata Nevado Ranrapalca 13/08/2008 - Alpinismo Extraeuropeo



Diario,Mercoledì 13/08/2008

Ieri sera mentre eravamo a passeggio abbiamo incontrato Julio al quale ho chiesto dove avremmo potuto fare una gita della durata di un giorno.
Subito si è offerto di accompagnarci alla laguna Llaca a vedere le seraccate del Ranrapalca ed eventualmente salire un pezzo del ghiacciaio.
Sono subito corso ad affittare due piccozze da cascata ed un casco e fissiamo l'appuntamento per oggi.
Questa mattina con un suo amico taxista siamo saliti alla laguna dove Marilena si è fermata a prendere il sole, noi ci siamo avventurati sulla morena e con un non facile percorso ci siamo portati sul ghiacciaio fin sotto ai seracchi. Qui abbiamo fatto un po' di esercitazioni sui ripidi muri dove abbiamo trovato il ghiaccio duro come il ferro.
Abbiamo passato un paio d'ore ad arrampicarci sui seracchi con difficoltà a fare tenere le becche degli attrezzi in questo tipo di ghiaccio. Siamo ripassati dalla laguna e poi giù verso valle alla ricerca di un bar.
Oggi è stato l'ultimo giorno passato in montagna, domani riposo assoluto e ultimi acquisti prima del rientro in Italia.


Data: 13/08/2008

15 Immagine(i), Inserita il 12/09/2008

Perù-Parte IX 2 bis - Trekking Santa Cruz ultimo giorno 11-12/08/2008 - Trekking Extraeuropeo



Ultimo giorno di trekking e rientro a Huaraz

Data: 11-12/08/2008

24 Immagine(i), Inserita il 10/09/2008

Perù,Parte IX - 2 Trekking Santa Cruz Campo Base Alpamayo e ultimo giorno 11-12/08/2008 - Trekking Extraeuropeo



Diario, Lunedì 11/08/2008

Oggi mi sono svegliato prestissimo, una giornata bellissima, non una nuvola.
Siamo andati alla laguna sopra al campo base dell'Alpamayo, poi siamo scesi e abbiamo percorso il fondovalle pianeggiante che ci ha portato qui al campo di Llamacorral.
Pazzesco! Oggi c'è stato uno sbalzo di temperatura di 40°. Dopo mezzogiorno il termometro segnava 37°, la notte scorsa eravamo a -4°. Penso che sia questo il motivo per il quale c'è spossatezza nel gruppo, le ragazze hanno faticato ad arrivare qui alle tende. Come al solito Macario, il nostro Arriero e Julio la guida sono premurosi, hanno preparato cena e mate de coca in quantità ma sembra che non sia sufficiente per chi non è minimamente abituato a camminare in montagna.
Mi sono fermato diverse volte a consultare la cartina ammirando queste montagne veramente spettacolari, con la guida ' Escaladas en los Andes ' e con il binocolo ho percorso visivamente e mentalmente diverse vie alpinistiche. Ho lasciato spazio alla fantasia immaginando, sognando e SPERANDO un giorno di poter ritornare a fare qualche salita.

Diario, Martedì 12/08/2008

Oggi abbiamo terminato questo trekking, breve ma molto intenso per le situazioni ed emozioni che ci ha dato. Siamo nuovamente al nostro campo base, l'Hostal la Cordillera a Huaraz.
Abbiamo percorso una lunga discesa che ci ha portato a Cashapampa dove ci aspettavano due taxi per portarci al teminal terrestre di Caraz e da lì con un pulmino a Huaraz.
Cashapampa è il paese di Macario, una piccola borgata di Arrieros, poche donne e bambini e tanti burros, i muli che passano la vita a percorrere questi sentieri.
Senza l'aiuto di questi animali, penso che sia veramente molto ma molto difficile fare trekking di più giorni. Il peso dello zaino a queste quote è determinante per la riuscita di un'escursione.
Per concludere degnamente questi quattro giorni di vita comunitaria ci siamo attaccati al collo di….svariate bottiglie di birra!!!


Data: 11-12/08/2008

61 Immagine(i), Inserita il 10/09/2008

Perù,Parte IX - 1 Trekking Santa Cruz Punta Union 09-10/08/2008 - Trekking Extraeuropeo



Diario, Sabato 09/08/2008

Che giornata! Ci ricorderemo per parecchio tempo del 9 agosto!
Questa mattina ci siamo svegliati alle ore 5,00, finiamo di preparare gli zaini e ci dirigiamo all'appuntamento all'agenzia turistica.
Puntuali arriviamo alle ore 6,00 dove ci sono già due ragazzi francesi che prenderanno il pulmino con noi, ma loro si fermeranno prima di noi trekkers perché si dirigeranno con la guida verso il rifugio nel nevado Pisco.
Qui, in Perù la puntualità non è all'ordine del giorno così aspettiamo gli altri componenti del trekking e il pulmino fino alle sette, carichiamo tutti i bagagli sul tetto del Toyota e via fino al paese di Yungay dove alcuni di noi devono ancora fare colazione.
Sosta in un tipico bar peruviano e Julio, la nostra guida ci comunica che il trekking lo faremo in senso antiorario perché ci sono diverse spedizioni e ci sarebbero dei problemi nell'allestire i campi nei pochi spiazzi pianeggianti. Facendo il percorso in questo senso, ci spiega che la salita al passo di Punta Union sarà leggermente più faticosa perché avremo un maggior dislivello da fare. Si sente qualche borbottio da parte delle ragazze ma poi si parte!!
Il tragitto che abbiamo fatto con il Toyota fino a ' Vaqueria ' è stato devastante.
72 Km di strada bianca, in alcuni tratti a passo d'uomo, penso che sia stata la parte più stancante di questa escursione.
Questa mattina ho dimenticato la macchina fotografica nello zaino sopra al pulmino, così questo tragitto lo ricorderemo senza l'aiuto delle foto, pazienza.
Immersi nelle nuvole saliamo su una strada bianca fino alla ' Laguna Lianganuco ', un lago super fotografato e presentato da tutte le agenzie turistiche come uno dei siti più belli da vedere.
Purtroppo quando arriviamo le nuvole sono talmente basse che non apprezziamo il luogo. E' tutto grigio, sia il cielo sia l'acqua del lago.
Poco dopo, all'ingresso del parco dello Huascaran, altra breve sosta per il controllo da parte dei guardia parco dei biglietti d'ingresso, chi ne è sprovvisto deve pagare 65 soles.
Ripartiamo e sotto una pioggerellina raggiungiamo il punto più alto della strada a 4767 mt, valichiamo e raggiungiamo un gruppo di case dove ci sono degli escursionisti che hanno appena terminato il giro.
Velocemente Julio e l'Arriero caricano i bagagli sui muli, facciamo uno spuntino veloce e partiamo.
Siamo partiti alle 13 circa, in 4 ore siamo arrivati al campo di ' Paria ' dove Macario, l'Arriero, aveva già montato le tende e preparato la cena.
Adesso, alle 19, siamo in tenda, fuori non si può stare, ci sono dei moscerini che ti aggrediscono in un modo vorace. Ci siamo protetti con dello spray ma sembra che la nostra pelle sia prelibata!!
Meglio andare a dormire, domani sarà una lunga tappa.


Diario, Domenica 10/08/2008

Oggi abbiamo camminato per quasi tutto il giorno immersi nella nuvolaglia, purtroppo il paesaggio è limitato, abbiamo intravisto una parte dei ghiacciai ma nulla di più, peccato.
Il nostro gruppo è formato da noi due, da un ragazzo tedesco che ha già visto la Colombia, ora stà visitando il Perù e dopo si sposterà in Bolivia, da un tedesco, da un'inglese e da due ragazze israeliane. Sono tutti mal equipaggiati, non hanno l'abbigliamento adeguato per queste quote, così la notte scorsa non hanno dormito per il freddo ed oggi si sono bagnati e non hanno abiti di ricambio. Certamente la responsabilità è dell'agenzia che per acquisirli come clienti non hanno spiegato loro la difficoltà del percorso.
Speriamo che domani il tempo migliori.


Data: 09-10/08/2008

54 Immagine(i), Inserita il 08/09/2008

Perù,Parte VIII - Chavin de Huantar 08/08/2008 - Viaggio Extraeuropeo



Diario,Venerdì 08/08/2008

Siamo appena tornati dal tour turistico al Chavin de Huantar.
Ieri sera all'agenzia abbiamo definito il trekking che inizierà domani mattina, così oggi giornata libera siamo andati a fare questo giro culturale.
Siamo partiti alle ore 9,00 in pulmino, questa volta con un' ottimo autista.
Quando siamo ritornati alle 18,00 eravamo veramente soddisfatti, sia del paesaggio, sia dei reperti archeologici.
Chavín de Huantar è un sito archeologico contenente rovine ed artefatti originali costruiti dai Chavìn, una cultura precedente agli Inca, attorno al 900 a.C.
Il sito si trova a 110 chilometri da Huaraz ad un'altezza di 3150 mt. tra le catene montuose della Cordillera Negra e della Cordillera Blanca. Chavìn de Huantar venne costruito attorno al 900 a.C. Buona parte della popolazione era dedita all'agricoltura, così ci ha spiegato Patricia, la nostra guida.
Alcuni reperti Chavìn sono stati portati al museo di Lima, altri li abbiamo potuti ammirare nel nuovo museo che hanno inaugurato pochi mesi fà vicino alle rovine.
Che dire, questa sarà un'altra giornata che ci ricorderemo per parecchio tempo.



Data: 08/08/2008

71 Immagine(i), Inserita il 04/09/2008

149 albums in 15 pagina(e) 1 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15

Accesso
Nome utente:

Password:


Registrati

Hai perso la password?

Condividi

Cerca
Google


Ricerca avanzata


Installa motore di ricerca

Utenti connessi
17 utenti sono connessi

Iscritti: 0
Visitatori: 17

altri...

A quanto siamo...
Siamo a:



pagine visitate

Pubblicità

   


Google
LaFiocaVenMola.it - info@lafiocavenmola.it