Home | Foto | Video | Notizie | Agenda | GPS | Articoli | Meteo | WebCams | Contattaci | Aiuto

Menu principale

Album foto

Foto a caso

Album Foto > Album personali > GIGIO 627 immagini in 15 albums visti 14712 volte
LEGRO D'ORTA - PAESE DIPINTO ***Il cinema sui muri***



LEGRO - ORTA SAN GIULIO (Novara km 34)
In onore dei tanti registi cinematografici che ad Orta e sul suo lago hanno ambientato film di successo, a Legro, piccola e pittoresca frazione, è stata realizzata, con esito lusinghiero, l'iniziativa “Il cinema messo al muro”. L'incantevole panorama tra lago e cielo e la serafica tranquillità fanno di questo luogo il gioiello del Piemonte. Per arrivare: si percorre l¹autostrada A-26 verso Gravellona Toce e si esce ad Arona. In direzione di Borgomanero e di Gozzano, dopo meno di 30 km si giunge ad Orta.
Orta è un orgoglioso ed antico paese che si affaccia sull'omonimo lago che gli antichi Romani chiamavano Cusio, proprio di fronte alla misteriosa e mistica Isola di San Giulio, raggiungibile in pochi minuti con i frequenti vaporetti.
I colori dominanti del luogo sono l'azzurro del lago ed il verde dei boschi circostanti, che va a perdita d'occhio e connota il paesaggio in maniera inequivocabile: alberi secolari, dalle chiome imponenti, arricchiscono i parchi ed i numerosi giardini.
Tutta l'area del lago assume rilevanza ambientale ed in modo particolare la “Riserva Naturale Speciale” del Sacro Monte, nella quale natura ed architettura si fondono meravigliosamente: qui sono visitabili venti cappelle (secoli XVI e XVII) che con 376 statue in terracotta policroma e 900 affreschi narrano la vita di San Francesco d¹Assisi, in un'atmosfera di struggente religiosità.
L'impianto architettonico di Orta tradisce origini medievali, con le strette viuzze acciottolate, i tetti di beola grigia, i colorati gerani alle finestre e le case serrate tra loro a costituire un unico gioiello. L'isola di San Giulio racchiude innumerevoli testimonianze di storia e di civiltà. La piazza prospiciente il lago, contornata di palazzi signorili, il cinquecentesco “Palazzotto”, che fu l'antica sede dell'Università della Riviera, la quattrocentesca “Casa dei Nani”, la Chiesa dell'Assunta completano l'offerta culturale cittadina. L'iniziativa “Muri dipinti” intrapresa nella frazione di Legro ha contribuito ad accrescere il patrimonio artistico: le tante pitture parietali esterne hanno come tema il cinema, in onore dei registi che qui hanno ambientato film di successo.

22 Immagine(i), Inserita il 21/11/2010

SAGRA DEL CAVOLO VERZA




A Montalto Dora, piccolo paese del territorio canavesano le cui origini si possono fare risalire all’epoca romana, dal 10 al 14 novembre 2010 si darà vita manifestazione enogastronomia e fieristica (500 espositori) dell’autunno piemontese per chi vuol conoscere l’autenticità della cultura contadina
canavesana.
Montalto Dora, per la bellezza delle sue colline, vigne, boschi e laghi, è un luogo veramente piacevole da visitare. Sicuramente da non dimenticare una asseggiata verso il Lago Nero e il Lago Pistono, tipici laghi dell’anfiteatro morenico d’Ivrea, paesaggio unico in Italia. Un’escursione che potrebbe terminare sulle famose terre ballerine, un reticolo di radici che formando un fitto cuscinetto sul terreno fa vibrare la terra sotto i piedi di chi ci cammina sopra, come se ad incedere fosse un gigante al cui passaggio tutto trema.
Tra le tante iniziative che possono darci lo spunto di una gita sicuramente quella della Sagra del Cavolo Verza è una delle più caratteristiche e originali. La manifestazione è nata principalmente per rilanciare un prodotto che per tantissimi anni è stato il fulcro dell’economia di questo delizioso paese, ma che negli ultimi tempi era quasi scomparso dalle campagne. I cavoli invernali dl Montalto Dora erano conosciuti in tutto il Canavese per essere il non plus ultra quanto a qualità e sapore: erano l’ingrediente indispensabile per confezionare la migliore zuppa 'd pan e còj. Erano inoltre fantastici, grazie alle loro foglie croccanti e frastagliate, per raccogliere dai fumanti fojòt (tegamini di coccio) la deliziosa bagna càuda. Insuperabili, perché consistenti alla cottura, per avvolgere infine l’impasto dei famosi caponèt canavesani.
Il recente ritorno all’amore per le cose genuine, sane e di qualità ha permesso di far riscoprire gli antichi sapori di una volta ed i cavoli verza, con le loro molteplici proprietà nutritive, stanno nuovamente tornando ad essere una coltivazione tipica del luogo, grazie anche all’interessamento dell’Amministrazione Comunale.
Durante la manifestazione dedicata all’eccellente ortaggio si potrà rovistare tra le bancarelle allestite per l’occasione nel Mercatino sotto il Castello, mostra mercato dell’antiquariato minore e dell’oggetto usato, oppure al mercato del prodotto biologico o dei prodotti artigianali del Piemonte e Valle d’Aosta e anche al km di bontà con i prodotti enogastronomici o ancora assistere agli spettacoli folkloristici e musicali.
Di forte impatto scenografico sabato 13 novembre, “la Notte delle Lanterne-I villaggi nel villaggio”, un percorso che si snoda nel centro storico con 20 quadri rappresentativi della civiltà contadina del ‘900 curati dai Comuni del Canavese e dintorni con tradizioni storiche significative.
Aspetti di vita quotidiana animati da centinaia di figuranti e da allestimenti con scenografie originali, dislocate in punti fissi nelle vie e nelle piazze del paese, che vi accoglieranno al suono della musica popolare del quintetto, il “Blues del Canavese”.
A partire da mercoledì 10 novembre saranno cinque le giornate dedicate al Cavolo Verza, dal 2003 inserito nel Paniere dei Prodotti Tipici della Provincia di Torino. Moltissime le proposte del “Paese del Cavolo Verza” per vivere i vari momenti della Sagra, ma anche per esplorare l’ambiente naturale incontaminato
dei cinque laghi, nell’Anfiteatro Morenico della Serra d’Ivrea, grazie alle escursioni guidate a cura degli Informatori Turistici del Comune di Montalto Dora.

40 Immagine(i), Inserita il 20/11/2010

La valle di Champorcher (Ao) - 3 agosto 2010 - Escursione al Bec Raty



11 Immagine(i), Inserita il 28/10/2010

VALPELLINE (Ao) - LAGO DI PLACE MOULIN - 20 agosto 2009





Data: 20 agosto 2009

21 Immagine(i), Inserita il 09/09/2009

PRESEPE GIGANTE DI MARCHETTO



PRESEPE GIGANTE di Marchetto - MOSSO - BIELLA
Centoquaranta personaggi, scene e mestieri a grandezza naturale disposti su 3000 mq all'interno della frazione, con una suggestiva illuminazione serale.
http://presepegigante.interfree.it/

189 Immagine(i), Inserita il 21/02/2009

La valle di Champorcher (Ao)- 01 SETTEMBRE 2007 - Escursione al col Vercoche



10 Immagine(i), Inserita il 06/05/2008

La valle di Champorcher (Ao) - 26 aprile 2008 - Escursione a Barmelle



18 Immagine(i), Inserita il 05/05/2008

La valle di Champorcher: ghiaccio.......



15 Immagine(i), Inserita il 05/02/2008

La valle di Champorcher: i fiori.......



Come inizio del mio piccolo contributo a questo "interessante" e "piacevole" sito offro qualche fiore.....

53 Immagine(i), Inserita il 23/01/2014

La valle di Champorcher (Ao): gli animali.......



62 Immagine(i), Inserita il 22/11/2010

15 albums in 2 pagina(e) 1 2

Accesso
Nome utente:

Password:


Registrati

Hai perso la password?

Condividi

Cerca
Google


Ricerca avanzata


Installa motore di ricerca

Utenti connessi
41 utenti sono connessi

Iscritti: 0
Visitatori: 41

altri...

A quanto siamo...
Siamo a:



pagine visitate

Pubblicità

   


Google
LaFiocaVenMola.it - info@lafiocavenmola.it