2-NOV.:Testa di Cervetto da solo, brutta neve, perso giacca.

Data 05/11/2007 | Categoria: SciAlpinismo

Oggi è il giorno dei morti e se fossi una persona come si deve andrei per campisanti.
Invece no. Sono già andato ieri e dovrei riposare, ma alle 22 ho visto sul sito nemico la gita di un tale che nemmeno conosco e mi son detto:
Toh, andiamo a Meire Bigorie, non ci sono mai stato, se non in mtb, e ci prendiamo sta coltellata nella schiena!
Sveglia alle 6, partenza da Meire alle 8.
Non c’è anima viva.
E nemmeno neve.
Arriva uno con le putrelle, gli chiedo se devo salire proprio lì nella boschina, mi dice sì, gli dico ci vediamo sopra, tanto io vado piano.
E come tutti i bastardi mi metto a correre sperando di arrivare in cima da solo.
Un bel 20’ di boschina, poi sulla neve crosta durissima, non sprofondo, non metto le ciastre.
Piglio su dritto vicino alla cresta a sinistra salendo, la cima pare essere solo lì, ma non è vero, ce n’è sempre una più su.
La crosta comincia a diventare farina, ma mica metterò le ciastre col rischio che qualcuno mi sorpassì, tanto siamo quasi arrivati.
Io per scaramanzia non guardo mai l’altimetro e nemmeno l’ora, così trovo meno lungo.
Il fatto è che si sprofonda sempre pìù, ho già perso tempo come per mettermi le ciastre sette volte, ma ciò la testa dura: ormai non le metto più, andassi giù fino alla testa, ce l’avrò bene una dignità.
Mancano 20metri.
Un bastardo non si sa bene da dove sia arrivato, è là in cima e a me girano già a 100 all’ora;
da destra giusto sotto di me vedo qualcuno che sale con le putrelle che sembra un trenodacorsa, accelero, morirò, ma arrivo prima io.
Sento un grido: “Papà!!”
Penso che si rivolga al vecchietto arrivato prima di me.
Invece dice proprio a me, ma chi sarà (Ma che domanda deficiente, mio figlio, no?)
I suoi due amici li ha seminati, lui va troppo forte, si suppone che siano partiti più di un’ora dopo di me…
Bene, siamo tutti felici, vogliono scendere, ora dovrò cambiare i miei programmi… avevo pensato, visto che mi sentivo in forma e son solo 855m, di scendere un pezzo dall’altra e poi risalire, oppure scendere di qua e risalire una seconda volta.
Invece si scende, io approfitto per svelare il mio sogno: che qualcuno mi faccia una volta una foto mentre faccio quelle belle sventagliate di polvere con la mia tavola, avete presente , come quelle foto da rivista di quelli che fanno sci d’acqua.
L’incaricato stavolta è mio figlio: prometto che se la foto verrà bene, smetto di fare snowboard.
Ebbene, vi è andata male, continuerò a farlo, neanche stavolta si sono verificate le congiunzioni astrali favorevoli alla foto: una volta volavo io, l’altra volta la macchina non era pronta.
Sono anni che vado avanti così, se avete delle idee che non siano di fotomontaggio vi sarei grato.

Bene, bella discesa in polvere, a tratti con un po’ di duretta nascosta sotto, ma piacevolissima, sotto comincia a trasformare, ma siamo belle che nella boschina.
Io tanto ho la tavola da pietre e vado giù anche dove non c’è neve, con mio figlio esterrefatto a piedi, dietro.
I suoi 2 amici sono risaliti e lui si è sacrificato per me, che non ce l’avrei mai fatta vivo a risalire un’ altra volta.
Si è anche sacrificato ad accompagnarmi a pranzo in una betola fantastica, dove la cameriera ha sbagliato il 70% delle cose, poche che ha fatto. Ma la pasta era buona e non ci hanno neanche fatto pagare forse perché siamo simpatici. Paesana.
A casa mi sono accorto che mi mancava la mia giacca rosso grigia della Northface, storica, usurata, ma che avevo anche pagato cara ed a cui sono affezionatissimo, quasi come a mio figlio.
Ma lui dice che è impossibile, abbiamo guardato bene prima di partire da Meire Bigorie, o Bigoire che sia.
E domani riposo, neh?

Album foto
Tracciato gps non sò cos'é successo, ho messo il formato gpx; la traccia é quella in alto a sinistra, alla fine della semiretta


Notizia proveniente da ..:: LaFiocaVenMola ::..
http://www.lafiocavenmola.it

L'URL della notizia è:
http://www.lafiocavenmola.it/modules/news/article.php?storyid=939