Il gatto ed il leone

Data 21/01/2014 | Categoria: C'era una volta

Il gatto ed il leone

C’era una volta un leone che spadroneggiava per la savana; bastava un ruggito per far tremare tutti gli animali. Un giorno, quando oramai era vecchiotto, gli cadde un ramo tra capo e collo e l’indebolì. Tutti gli animali tirarono un sospiro di sollievo. “ Ora si camperà meglio”, sperarono.
Di fatto nessuno era più capo di nessuno: il caos, insomma.
Fu così che il gatto del deserto ebbe una trovata. “Io posso prendere il posto del leone, in fondo gli assomiglio”. Spalleggiato dai gatti suoi parenti e incoraggiato persino dai pesci grossi, ecco il gatto farsi forte. “Si cambia tutto, ci penso io. Da anni lo faccio dalle mie parti, conosco benissimo i bisogni di tutti gli animali”.
Cominciò a farsi propaganda e fu preferito. Nonostante il successo avuto, tutti però continuavano a temere il leone. Un po’ abbacchiato, è vero, ma pur sempre un leone….
Ecco allora il gatto uscire con un’altra pensata: “Col leone ci parlo io”. E tutti gli animali: “E come? E dove?” Il gatto sentenziò: “Ah, ah, lo inviterò nella terra dei gatti”.
Non vi dico lo stupore degli animali quando sentirono questa notizia e non vi starò a dire che qualche gatto non fu per niente contento.
Arrivò finalmente il grande giorno, quello in cui il leone andò dai gatti. Da soli si ritirarono e nessuno seppe cosa si dissero. Alla fine uscì il gatto soddisfatto che disse di essere in profonda sintonia con il leone. Il patto era questo: il gatto era libero di comandare ed il leone lo avrebbe spalleggiato. “E’ affidabile”, sentenziò il vecchio re.
Da quel giorno il gatto dettò legge mentre il leone si mise a dormire giornate intere, quasi per un anno.
Un giorno il vecchio leone si svegliò e ruggì al gatto. “Dato che sei stato così bravo a comandare a tutti, ti voglio invitare a pranzo”.
Il gatto accettò l’invito e il leone, quando lo vide, se lo mangiò in un boccone.
Finito il pasto, si leccò i baffi e ruggì: “Eccomi, il re sono di nuovo io. Si ricomincia”.
Anche i pesci grossi furono d’accordo.
MORALE: non si mangia con il leone, perché il leone sa come, chi e quando mangiare.

Liberamente tratto dalle novelle di Esopo da Geppi79.



Notizia proveniente da ..:: LaFiocaVenMola ::..
http://www.lafiocavenmola.it

L'URL della notizia è:
http://www.lafiocavenmola.it/modules/news/article.php?storyid=7182