Home | Foto | Video | Notizie | Agenda | GPS | Articoli | Meteo | WebCams | Contattaci | Aiuto

Menu principale

Album foto

Foto a caso

Escursionismo : Anello del Monte Omo (2613m) dal rifugio Carbonetto
Autore: CompagniadellAnello (Notizie dello stesso autore)
Notizia inviata il: 27/10/18 01:07
Notizia riferita al: 19/10/18
Letture: 282

Date le condizioni meteorologiche di questo scorcio d’autunno ci troviamo costretti a spostare al venerdì il consueto appuntamento settimanale con i nostri monti ed a scegliere mete meno impegnative e meno elevate rispetto alle gite estive. Questa volta la meta è il Monte Omo in Valle Stura.
Risalendo la valle, subito prima di Demonte, non si può fare a meno di notare le due guglie che si stagliano in alto a destra, al fondo del Vallone dell’Arma, con il Monte Omo alla loro destra.
Risaliamo la strada del Vallone dell'Arma fino al Rifugio Carbonetto e lasciamo l'auto presso la vicina malga (1870 m). Raggiungiamo la sterrata sottostante e la percorriamo fino alla palina di legno con indicazioni Serour, Savi, Salè, Nebius in vista della baita di Gias Serour (1813 m).
Svoltiamo a destra per risalire, su tracce di sentiero, il Vallone del Serour, puntando alle Guglie del Monte Omo: “I dui Omi”, e la quota 2500, detta anche “Rocca del Mes”, illuminate dalla splendida luce autunnale e avvolte dal silenzio ormai invernale dei monti: la montagna si è quasi spenta in attesa dell’inverno...
Arrivati alla palina indicante “Colle Valcavera e Colle del Serour” ci teniamo a destra e subito dopo incrociamo il Sentiero dei Fiori dove proseguiamo dritti verso il Colle Salè (2400 m) su sentiero in mezzo a roccette, sassi ed erba.
Non ci sono segnavia, ogni tanto si incontra un ometto, al colle non c’è nessun cartello, solo un palo di legno.
Dall'alto, in cresta ci osserva un camoscio...
Risaliamo il ripido pendio su sfasciumi ancora ricoperti da stelle alpine ormai quasi secche e raggiungiamo la cresta, al di là della quale disturbiamo un gruppo di nove camosci che fuggono veloci in basso mentre noi proseguiamo lungo l’ampia cresta fino a raggiungere dapprima un’anticima con croce e quindi la cima vera e propria (2613m), dove è stata posta una nuova croce in legno in ricordo di Andrea e Luca, ragazzi la cui foto è posta ai piedi della croce.
Il relativo isolamento della cima concede una vista indimenticabile sulla Val Maira, Rocca la Meja, i monti Tibert e Tempesta con dietro il Monviso. Dominiamo gran parte del Vallone dell’Arma fino a Demonte, mentre all'orizzonte meridionale si stagliano le Alpi Marittime.
Da qui le vette di fronte hanno un aspetto severo, la quota 2500, la Rocca di Salè e il monte Salè, di aspetto dolomitico, sono caratterizzati da pendici rocciose particolarmente erte.
Decidiamo di ridiscendere e di raggiungere il Sentiero dei Fiori lungo l’ampia dorsale Est, raggiungendo dapprima la seconda anticima del Monte Omo, caratterizzata da un grande ometto, sul crinale verso il Passo d’Eguiette e di qui, con altri due balzi su terreno prativo costellato di doline ed inghiottitoi carsici, il sentiero proveniente dal Colle Valcavera diretto verso il Vallone Serour percorso in salita, chiudendo l’anello.
Di qui raggiungiamo l'omonimo Gias,dove riprendiamo la sterrata verso il Rifugio Carbonetto.

Note Toponomastiche
Monte Omo (localmente Munt Ome o Doui Ome o Guyette del Serour): si riferisce alla forma verticale e affusolata delle guglie dell’Omo.
Salè (Colle, Monte): prende il nome da un territorio pascolivo dove si spargeva il sale per il bestiame all’alpeggio.
Serour (Gias, Colle): dal tardo lat. serare =chiudere, equivale a luogo elevato, chiuso.
rifugio Carbonetto: ricorda un appassionato frequentatore di queste zone, Stefano Carbonetto.

Escursione effettuata il 19 Ottobre 2018
Compagnia dell'Anello formata per l'occasione da: Angelo, Antonio, Franco e José.
Località di partenza: Rifugio Carbonetto 1870m
Quota max: Monte Omo 2613m
Dislivello cumulato in ascesa: 843m
Distanza totale: km 10.6
Tempo in movimento: 3h 40'
Difficoltà: E (vedi scala difficoltà)

fotocronaca
...altre foto
Tracciato gps


Stampa la pagina Manda la notizia a qualcuno Crea un PDF con questa notizia
Commenti
Visualizzazione:
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori.
Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.

Autore Commento
CompagniadellAnello
Inviato: 27/10/2018 1:51  Aggiornato: 27/10/2018 14:06
Guru
Iscritto: 27/12/2015
Da:
Inviati: 268
 Re: Anello del Monte Omo (2613m) dal rifugio Carbonetto
Descrizione del percorso: José
Note toponomastiche: Gianni
Fotocronaca e tracciato GPS: Angelo
Altre foto: José
Grafica e coordinamento redazionale: Adriano
Accesso
Nome utente:

Password:


Registrati

Hai perso la password?

Condividi

Cerca
Google


Ricerca avanzata


Installa motore di ricerca

Utenti connessi
31 utenti sono connessi

Iscritti: 0
Visitatori: 31

altri...

A quanto siamo...
Siamo a:



pagine visitate

Pubblicità

   


Google
LaFiocaVenMola.it - info@lafiocavenmola.it