Home | Foto | Video | Notizie | Agenda | GPS | Articoli | Meteo | WebCams | Contattaci | Aiuto

Menu principale

Album foto

Foto a caso

MTB : Anello di via della Costa da Pompeiana a Cipressa in MTB
Autore: CompagniadellAnello (Notizie dello stesso autore)
Notizia inviata il: 22/10/18 00:24
Notizia riferita al: 13/10/18
Letture: 201

Spettacolare giro ad anello, percorribile in montain bike, che permette di scollinare tra la bassa valle Argentina di Pompeiana e la valle del San Lorenzo, in uno scenario tra il verde della macchia mediterranea e il blu del mare imperiese.
Base di partenza è l'area camper “Il Pozzo” di San Lorenzo al Mare dalla quale si accede facilmente alla pista ciclabile costiera sulla ex-ferrovia che in breve permette di raggiungere il porticciolo di Marina degli Aregai e l'abitato di Santo Stefano al Mare, dove si lascia la pista ciclabile e si attraversa l'Aurelia per imboccare la strada che sale, con tratti iniziali abbastanza impegnativi, verso Terzorio.
Di qui si respira un po' proseguendo in saliscendi, a scavalco dell'Autostrada dei Fiori, lungo il vallone del rio Santa Caterina fino ad arrivare a Pompeiana ove si prosegue in direzione di Castellaro, superando due tornanti con pendenza sostenuta, fino a raggiungere, poco prima dell'attraversamento del torrente che scende verso Riva Ligure, l'attacco, sulla destra, di una stradina segnalata da una palina piuttosto malandata, con l'indicazione “Strada panoramica Pompeiana Lingueglietta”.
E' qui, nel primo tratto di questa carrareccia, che troviamo le pendenze più arcigne di tutto il percorso con inclinazioni superiori al 20 per cento. Il fondo alterna asfalto a cemento e a sterrato fino alla chiesetta di San Bernardo dove diventa interamente sterrato, ma scorrevole e da questo punto con pendenze più abbordabili.
Man mano che la cresta si avvicina il tracciato diventa più godibile e divertente intercalato da piazzole attrezzate per pic-nic e paline segnaletiche indicanti che ci troviamo nel SIC (Sito di Interesse Comunitario) di Pompeiana facente parte della Rete Natura 2000, cioè una rete ecologica europea, nata con la Direttiva Habitat, avente lo scopo di contribuire alla tutela della diversità biologica di flora e fauna nei paesi europei.
In questa parte del territorio ligure, costituito da un costone che scende dal Monte Croce in direzione Sud a breve distanza dal mare, l'habitat principale è la prateria arida mediterranea con presenza di boschi di roverella, pino d'Aleppo e macchia a ginestra ed a lentisco che ben si presta per la conservazione degli anfibi e rettili caratteristici della Liguria occidentale, in particolare della Lucertola ocellata, un raro lucertide che può raggiungere i 60-80 cm di lunghezza, e del Pelotide punteggiato, un piccolo rospo.
Una curiosità: nella ristrutturazione di questa strada, l'antica “Via della Costa”, si è tenuto in debita considerazione il pericolo che questi animali corrono nell'attraversamento della strada, costruendo i “rospodotti”, ovvero tubazioni sotterranee che evitano lo schiacciamento da parte dei veicoli in transito.
Attorno alla strada, sempre sul versante di Pompeiana, sono ancora visibili numerosi terrazzamenti, un tempo destinati in parte a coltura cerealicola e in parte, secondo l'esposizione, l'accessibilità e la presenza di acqua, coltivati a prato, a vigna o orto. Ampi settori del SIC costituivano invece una “bandìa”, erano cioè assegnati nella stagione invernale alle “xiorte”, cioè alle greggi di pecore dei pastori dell'Alta Valle Argentina ed Arroscia.
Al fine, dopo un'ultima rampetta, si scollina a quota 490 metri tra i monti Pian delle Vigne (541m) e Negro (443m), iniziando la discesa sul versante di Lingueglietta e Cipressa in un'incantevole pineta, su piacevole sterrato tra scorci mozzafiato sulla costa tra Sanremo ed Imperia.
Si arriva così ad un bivio, ove torna l'asfalto, che a sinistra porta a Linguegletta ed a destra, la direzione nostra, scende sulla strada Antica Torre verso Cipressa transitando presso il monte della Costa (393), completamente inglobato tra villette e seconde case.
Proseguendo in ripida discesa si perviene, presso gli impianti sportivi di Cipressa, ad un suggestivo parco che include la Torre Gallinaro, torre d'avvistamento risalente al '500 facente parte della rete di difesa dei paesi costieri contro le incursioni saracene.
Ora non resta che continuare il percorso giungendo in breve a Cipressa ed a Costarainera per chiudere infine questo magnifico anello a San Lorenzo al Mare da dove eravamo partiti.

Escursione effettuata il 13 Ottobre 2018 da Adriano e Maria Teresa
Località di partenza: San Lorenzo al Mare (IM)
Punto più elevato raggiunto: crinale tra Pompeiana e Cipressa 490m
Dislivello cumulato in ascesa: 600m
Sv
iluppo complessivo del percorso: 27,6 km
Difficoltà: TC/TC con adeguato allenamento (vedi scala difficoltà)

fotocronaca
Tracciato gps
mappa satellitare Wikiloc


Stampa la pagina Manda la notizia a qualcuno Crea un PDF con questa notizia
Commenti
Visualizzazione:
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori.
Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Accesso
Nome utente:

Password:


Registrati

Hai perso la password?

Condividi

Cerca
Google


Ricerca avanzata


Installa motore di ricerca

Utenti connessi
27 utenti sono connessi

Iscritti: 0
Visitatori: 27

altri...

A quanto siamo...
Siamo a:



pagine visitate

Pubblicità

   


Google
LaFiocaVenMola.it - info@lafiocavenmola.it