Home | Foto | Video | Notizie | Agenda | GPS | Articoli | Meteo | WebCams | Contattaci | Aiuto

Menu principale

Album foto

Foto a caso

Escursionismo : Monte Ventasuso e cima Enclausetta
Autore: CompagniadellAnello (Notizie dello stesso autore)
Notizia inviata il: 09/10/18 12:18
Notizia riferita al: 04/10/18
Letture: 334

Approfittando delle giornate di bel tempo, dopo le primizie di freddo e neve, giovedì 4 Ottobre la Compagnia dell'Anello constata che nell'alta Valle Stura, stranamente, di neve non ce n'è, e allora perché non andare su qualche cima in zona che da tempo era in lista d'attesa?
Detto fatto, il monte Ventasuso e la vicina cima Enclausetta, mete gettonatissime d'inverno per lo scialpinismo e le racchette da neve, non le avevamo mai salite in estate ed è stata una piacevole sorpresa per il sorprendente spettacolo a tutto giro offerto, anche senza neve, da tale posizione.
Parcheggiata l'auto sull'ampio piazzale di fronte al Rifugio della Pace del Colle della Maddalena (Col de Larche per i francesi) a quota 1991m, ci siamo incamminati sulla pianeggiante carrareccia di servizio per le locali malghe dei pastori.
Poco più avanti, in vista del lago della Maddalena, la strada con due tornanti prende quota verso il Colle La Para per costeggiare poi, con un lungo traversone pianeggiante in direzione Sud, il versante orientale della Punta delle Gorge.
Dopo aver attraversato gli ampi e ricchi pascoli - ancor animati dalla presenza di bovini, equini ed ovini intenti al pascolo, sorvegliati dal mandriano elettrico e da solerti cani pastore - la strada, con altri due tornanti arriva ad un “gias” su un pianoro con un laghetto, ora asciutto, servito dal Rio di Fontana Puncias.
Da questo punto, se si proseguisse dritto, si percorrerebbe il circuito francese dei 4 laghi verso Baracconi Diruti per attraversare poi la statale 21 e salire quindi al Passo Pra di Bals ed ai laghi di Roburent. Noi invece svoltiamo decisamente verso destra seguendo una traccia che porta nella bella conca tra la Punta del Vallonetto ed il Bric del Pui, in un tratto con percorso facile e piacevole.
Ma quando si arriva sotto al contrafforte del Ventasuso il discorso cambia e il percorso diventa assai più faticoso.
Conviene spostarsi un po' verso sinistra dove la pendenza è meno marcata e dove si trovano alcune tracce che portano, zigzagando tra erba e roccette, fin sulla cresta di confine Italia-Francia, divisoria tra la valle Stura ed il vallone del Lauzanier.
In cima si trovano frequenti tacche esagonali verdi che segnalano il percorso di cresta dal Colle della Maddalena fino all'Enchastraye: seguendole si arriva ben presto alla vetta del Ventasuso 2718m e, in pochi minuti, sempre per cresta, alla successiva cima L'Enclausetta 2677m. tra gli strapiombanti valloni Apparei e Bail.
La croce di vetta del Vantasuso è dedicata agli alpinisti Pierriccardo Dutto (Rik) e Marco Fabbri (Pelu) periti il 3 dicembre 2007 sotto una slavina in un canalone del vicino Bec de Lièvre. Li ricordiamo con piacere poiché grazie ai resoconti delle loro escursioni riportati in Internet su “LaFiocaVenMola” questo portale, che oggi accoglie anche le relazioni, i tracciati GPS e la galleria fotografica della Compagnia dell'Anello, assunse importanza e rilievo tra gli amanti delle vallate alpine piemontesi.
Troppo lungo sarebbe elencare i nomi delle cime italiane e francesi che di qui, in una giornata tersa come l'odierna, si dispiega a perdita d'occhio su tutti i punti cardinali.
Il vento freddo che nel frattempo inizia a spazzare la cresta (non per niente questa sommità ha assunto il nome Ventasuso), ci fa a malincuore abbandonare la cima per cercare più in basso un luogo riparato per rifocillarci e ritornare alla base di partenza sullo stesso percorso di salita.

Note toponomastiche
L’Enclausetta, diminutivo di Enclausa. stessa derivazione di Enchiausa, Enciastraia dal lat. clausus, luogo chiuso, incastrato.
Apparei (vallone/rio), localmente aparau “alluvione”, deve il nome alla violenza delle acque allo scioglimento delle nevi o dopo forti piogge.
Ventasuso (Cima, colle) o L’Enclause (vedi sopra), prende il nome dalla posizione, soggetta a forti venti.
Pui (Bric del), significa podio, termine occitano molto frequente per indicare luoghi alti sul fondovalle, a cui Bric (dal celt. brec) aggiunge il significato di cima elevata, isolata.
Vallonetto (Punta), diminutivo di valle/vallone.
Guretta (passo), fitotoponimo che richiama la presenza locale di salici (dall’occ. Gorra).
Bail (passo, vallone), probabilmente rappresenta un toponimo frequente nelle valli occitane, cui la credenza popolare attribuiva l’abitudine delle masche di radunarsi per balli notturni.

Escursione effettuata il 4 Ottobre 2018
Compagnia dell'Anello formata da: Adriano, Alberto, Angelo, Franco, José e Osvaldo
Località di partenza: Colle della Maddalena 1991m – Valle Stura di Demonte (CN)
Punto più elevato raggiunto: monte Ventasuso 2718m
Dislivello cumulato in ascesa: 783m
Sviluppo complessivo del percorso: 10,5 km
Tempo in movimento: 3h 40'
Difficoltà: E (vedi scala difficoltà)

fotocronaca
...altre foto
Tracciato gps
mappa satellitare Wikiloc


Stampa la pagina Manda la notizia a qualcuno Crea un PDF con questa notizia
Commenti
Visualizzazione:
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori.
Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.

Autore Commento
CompagniadellAnello
Inviato: 9/10/2018 12:27  Aggiornato: 9/10/2018 12:27
Guru
Iscritto: 27/12/2015
Da:
Inviati: 273
 Re: Monte Ventasuso e cima Enclausetta
Descrizione del percorso e note toponomastiche: Adriano e Gianni
Fotocronaca: Angelo
Altre foto: Adriano e José
Tracciato GPS, mappa satellitare e coordinamento redazionale: Adriano
Accesso
Nome utente:

Password:


Registrati

Hai perso la password?

Condividi

Cerca
Google


Ricerca avanzata


Installa motore di ricerca

Utenti connessi
46 utenti sono connessi

Iscritti: 0
Visitatori: 46

altri...

A quanto siamo...
Siamo a:



pagine visitate

Pubblicità

   


Google
LaFiocaVenMola.it - info@lafiocavenmola.it