Home | Foto | Video | Notizie | Agenda | GPS | Articoli | Meteo | WebCams | Contattaci | Aiuto

Menu principale

Album foto

Foto a caso

Escursionismo : Malciaussia-Tazzetti-Rocciamelone-La Riposa
Autore: muntagna (Notizie dello stesso autore)
Notizia inviata il: 05/09/18 11:42
Notizia riferita al: 01/09/18
Letture: 326

Imprevista traversata da Malciaussia alla Riposa nei giorni 31 agosto/1 settembre.
In effetti l'intenzione era di dormire al Tazzetti, il giorno dopo di salire sul Rocciamelone e ridiscendere dalla stessa parte, ma il tempo ha voluto diversamente.
Devo sottolineare l'ottima accoglienza avuta al Tazzetti e la buonissima ed abbondante cena ed idem al mattino con la colazione.
Il tempo non ci è stato proprizio e già la salita al Tazzetti è avvenuto in un tempo nebbioso e solo al Rifugio si è schiarito un po', lasciando intravvedere il Rocciamelone.
Al mattino verso le 6 il cielo era quasi completamente sereno, ma rapidamente sulle cime sono comparse le prime nuvole, mentre una folta nuvolaglia copriva la pianura.
La salita al col della Resta 3200 mt ha un tratto finale decisamente ripido lungo una parete quasi rocciosa.
Quando siamo arrivati al colle, il ghiacciaio o quel che ne resta era invaso dalle nuvole, per cui non vedevamo a più di 50 mt, salvo qualche breve schiarita, ma non siamo mai riusciti a vedere il Rocciamelone.
Sul ghiacciaio siamo stati raggiunti da due persone moolto più veloci di noi, con cui abbiamo gabolato parecchio per trovare il cammino. In effetti io ero convinto di essere gièà arrivato sulla cresta che scende dal Rocciamelone, mentre eravamo soltanto su un costolone lasciato libero dallo scioglimento del ghiacciaio.
Dopo aver girato di qui e di la i due hanno trovato probabilmente il sentiero e sono spariti.
Noi stavamo per rinuciare quando abbiamo sentito musica e cori privenire dalla cima, per cuisiamo riusciti a capire più o meno divesi trovasse.
Abbiamo allora trovato una incerta e ripidissima traccia, che con bello sforzo ci ha condotto sulla cresta che conduce alal cima.
Peccato che nel frattempo il vento avesse rinforzato portando un nevischio freddo e pungente, che ci ha accompaganto sino alla cima, raggiunta con molta fatica.
Ci siamo rifugiati nel ricovero, con bollita alle mani e tremore generale dovuto al freddo immagazzinato.
Due francesi che si trovavano li per passarvi la notte, erano molto preoccupatidalal nostra intenzione di ridiscendere dalla stessa parte; in effetti abbiamo deciso di scendere sul versante di Susa (sottovento), dove le condizioni climaticherano decisamente migliori.
Al rifugio Cà d'Asti ho incontrato dei ragazzi ai qualiho chiesto se ci potevano dare un passaggio sino alla stazione di Susa.
Gentilmente il conducente si è offerto di accompagnarci sino ad Alpignano, dove doveva depositare i suoi amici e dove mio figlio è venuto a prenderci.
Infine il giorno dopo siamo saliti a Malciaussia a recuperare la macchina e ne abbiamo approfittato per un buon pranzo da Vulpot.
Un ringraziamento anche ad Andrea, gestore del Tazzetti, che ci ha riportato i pochi oggetti che avevamo lasciato al rifugio.
Piccola disgressione: Fulgido, il custode del Rifugio Cò d'Asti è salito oltre 1.100 volte in cima al Rocciamelone, praticamente ci va tutti i giorni, e dice di avere un record di discesa dalla cima al Rifugio di 9' e 53" se ben ricordo, comunque meno di 10 minuti!!!


Partenza da Malciaussia mt 1806
Tazzetti mt 2650
Rocciamelone mt 3538
Cà d'Asti mt 2850
La Riposa mt 2100
Album foto


Stampa la pagina Manda la notizia a qualcuno Crea un PDF con questa notizia
Commenti
Visualizzazione:
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori.
Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Accesso
Nome utente:

Password:


Registrati

Hai perso la password?

Condividi

Cerca
Google


Ricerca avanzata


Installa motore di ricerca

Utenti connessi
24 utenti sono connessi

Iscritti: 0
Visitatori: 24

altri...

A quanto siamo...
Siamo a:



pagine visitate

Pubblicità

   


Google
LaFiocaVenMola.it - info@lafiocavenmola.it