Home | Foto | Video | Notizie | Agenda | GPS | Articoli | Meteo | WebCams | Contattaci | Aiuto

Menu principale

Album foto

Foto a caso

SciAlpinismo : 3Novembre, Messa in cima al Mondolé
Autore: pierriccardo (Notizie dello stesso autore)
Notizia inviata il: 09/11/07 09:07
Notizia riferita al: 09/11/07
Letture: 4686

Sono un pò in ritardo: avevo pronte 4 pagine di Word ed ero solo a metà.
Poi mi é andata via la voglia di scrivere, perché ieri era il giorno dei funerali del ragazzo che scriveva con la spada della libertà, Enzo Biagi, e per questo solo un editto nazista poteva uccidere.

Addio, Enzo, che le nuvole lassù ti siano lievi e non appena intervisterai San Pietro e il suo Padrone, mandami giù un email che te la pubblico io su Youtube, che ultimamente si vede , e si sente, da Dio.
----------------------------------------------
----------------------------------------------
Quindi vi farò una sintesi senza tanti fronzoli, anche perché sia il miglior macellaio di Cuneo, che il miglior pescivendolo, che il più grande fabbricatore di brioches di Cuneo,nonché valentissimi scialpinisti, mi hanno chiesto se potessi essere un pò più sintetico, che loro hanno anche altro da fare.
Gli ho comsigliato di fare come Emilio, stampare e mettere nel bagno, mi hanno detto: noi mai!!
.Aggiornamento delle 12.00 di oggi::...P.S. Mi ha telefonato il miglior riparatore di cellulari di cuneo, il miglior bancario di cuneo ed oltre, il miglio benzinaio, tutti nonché supervalentissimi ripidisti nevosi lamentandosi di non esser stati citati.... se fate i furbi vi metto nome e cognome e vi faccio firmare che siete d'accordo su tutto ciò che dico!!!
-------------------------------------------
-------------------------------------------

Quindi, il giorno dei morti, il 2 nov., salì sul Mondolé il profeta santo protettore delle ricamatrici moderne, quelle che usano la macchina da cucire ed indisse una messa propiziatrice per l'indomani.

L'inomani, il 3 nov., appunto, una schiera di cuneesi, e non solo, sciamava sul fango di Artesina verso colla Bauzano.
Purtroppo anch'io e 2 dei miei figli, Steulaleu ed Alain.

Alla colla, finalmente, si materializzò il ministro celebrante.

Egli é riconoscibile, oltre che dalla sua statura(1 metro e 1 branca), dal suo vestito nero attillato, sempre uguale, un pò patetico, vista la non più tenera età, e dal fatto che ha sempre un codazzo di chierichetti attorno che rispondono alle sue orazioni dicendo Amen et cum spiritu tuo ecc..; e poi tutti gli s'inchinano, gli baciano le mani e pregano con lui.

Solo io non riesco a vederlo.

Sarà per il fatto che io penso che quelli che vanno d'accordo con tutti, o hanno qualcosa da nascondere , oppure da farsi perdonare, sta di fatto che siccome penso sia impossibile, allora non li frequento e non li saluto, perché sono sicuro di una cosa sola, per esperienza.

Che sono cattivi.

Sulla cima saremo stati in cento; qualcuno aveva fatto anche un traverso pericolosissimo, passando su accumuli da vento che tutti gli anni vengono giù, proprio sopra a dove passavo io ed altri.

Lassù il celebrante ha confessato tutti, a tutti una buona parola, e poi le solite litanie che non finivano mai.

Io e steu avremmo voluto prendere un pò di sole in silenzio, ma non era possibile.

Alain, furbo, era già sceso e, forse visto che lo stavo a controllare, non é sceso per la parete Nordest, drittissima e suppongo pericolosa con il carico che c'era.

Quando ho udito dal celebrante che avrebbero recitato il rosario ancora mezaz'ora, non ho resistito ed ho detto a Steulaleu: andiamo.

Io sono sceso tutto a sinistra, nell'unico lenzuolo vergine di farina, dove erano passati solo 2, l'unico pezzo accettabile della gita, anche perché ero solo.

Ma tanto diranno così tutti. Anche il prete.

Una sola cosa positiva c'é stata in questa gita: che non c'era la Madre Badessa, che altro non é che colei che ha diviso ufficialmente il talamo con il celebrante, altrimenti mi sarei suicidato, perché lei é uguale a lui, statura, colori, collants, ecc, solo che parla molto di più, ti dice i prezzi di tutto a memoria, sa tutti i percorsi ed i tempi, ma é anche più cattiva.

Quando lasceranno questa terra, per dove non si sa, saranno senz'altro proclamati protettori delle lavandaie.

Io non vado d'accordo con tutti.
Anzi, sono capacissimo di odiare.
Chi non ne é capace, secondo me, (ed un altro), non sa neppure amare.

Ah, no, un'altra cosa positiva in questa giornata, anzi 3: Steu ha ritrovato una ciastra che ho perso; scendendo ho ricercato e ritrovato un mio guanto nuovo e poi le gambe sotto il tavolo all'ostu di frabosa, con 2 figli e massimo.

Cosa si deve aspettare di più un padre?

Poi vi metto le foto, che son venute malissimo.
Adesso ciò da fare ciau
Album foto


Stampa la pagina Manda la notizia a qualcuno Crea un PDF con questa notizia
Commenti
Visualizzazione:
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori.
Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Accesso
Nome utente:

Password:


Registrati

Hai perso la password?

Condividi

Cerca
Google


Ricerca avanzata


Installa motore di ricerca

Utenti connessi
52 utenti sono connessi

Iscritti: 0
Visitatori: 52

altri...

A quanto siamo...
Siamo a:



pagine visitate

Pubblicità

   


Google
LaFiocaVenMola.it - info@lafiocavenmola.it