Home | Foto | Video | Notizie | Agenda | GPS | Articoli | Meteo | WebCams | Contattaci | Aiuto

Menu principale

Album foto

Foto a caso

Alpinismo : Punta della Siula
Autore: klaus (Notizie dello stesso autore)
Notizia inviata il: 02/07/17 18:28
Notizia riferita al: 02/07/17
Letture: 995

UN viaggio...anzi un tuffo, non nel tempo ma nell'acqua. Stamattina, dopo il temporale nella zona di ieri sera, aggiunto al normale bagnato dei pendii all'ombra, quando sono (finalmente) arrivato in cresta e ho trovato asciutto, ero letteralmente inzuppato fino al torace. A proposito: il sentiero che sale al Moncalieri è letteralmente invaso non solo da erba alta, e questo è passabile, ma cespugli e alberi ormai grandi con fronde che scendono fino a terra non invitano certo i normali escursionisti a salire per di qua...
Per ordine: da san Giacomo invece di salire per la via normale come spiegato su "in cima" di Bruno (anche perchè ci avevo già provato ma mi ero arenato prima del gias della Costa...sentieri zero e visuale poca) sono salito nel vallone di montcolomb, attraversato il lunghissimo Pra del Rasur, preso il sentiero per il bivacco Moncalieri fino al gias Pantacreus e attraversato un mare di ortiche alte come me, bagnate fradice e salito per il facile ma ripido pendio erboso puntando direttamente alla cima della Barra della Siula (m.2289) senza passare dal passo di Pantacreus.
Finalmente al sole e all'asciutto, ho percorso tutta la facile cresta (F) sorpassando anche la cima di Pantacreus (m.2393). Alla piccola sella tra quest'ultima vetta e la Siula mi sono cambiato calze e maglietta e messo i pantaloncini corti stendendo su un grande masso quello che mi ero tolto (dopo averli strizzati per bene...)
Non resta che salire dove si vuole, tanto la difficoltà è contenuta da qualsiasi parte si passi, verso la bella cima bifida della Siula, un grande balcone panoramico su Gelas-Maledia-Clapier (e altro...)
Toccata anche la cima minore di pochi metri, torno alla base dove i miei vestiti erano asciugati e ripercorrendo pari pari la cresta fino alla Barra della Siula (ho fatto un ometto dove conviene scendere) sono tornato giù per lo stesso ripidissimo pendio.
Rimessi i pantaloni lunghi per riattraversare le ortiche (eh già) di nuovo giù al pian del Rasur e a san Giacomo.
Bella , lunga, faticosa, bagnata ma molto soddisfacente gita.

Data: 02/07/2017, valle Gesso
Partenza: san Giacomo di Entracque, m. 1213
Quota max: Punta della Siula, m. 2672
Dislivello complessivo: m. 1550
Difficoltà: F


Stampa la pagina Manda la notizia a qualcuno Crea un PDF con questa notizia
Commenti
Visualizzazione:
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori.
Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Accesso
Nome utente:

Password:


Registrati

Hai perso la password?

Condividi

Cerca
Google


Ricerca avanzata


Installa motore di ricerca

Utenti connessi
24 utenti sono connessi

Iscritti: 0
Visitatori: 24

altri...

A quanto siamo...
Siamo a:



pagine visitate

Pubblicità

   


Google
LaFiocaVenMola.it - info@lafiocavenmola.it