Home | Foto | Video | Notizie | Agenda | GPS | Articoli | Meteo | WebCams | Contattaci | Aiuto

Menu principale

Album foto

Foto a caso

Escursionismo : Anello dei monti Pisciavino, Castellaro e Bignone da Albenga
Autore: CompagniadellAnello (Notizie dello stesso autore)
Notizia inviata il: 29/01/17 19:25
Notizia riferita al: 26/01/17
Letture: 335

Una serie di anelli e anellini per questo bel giro della Compagnia dell'Anello sui sentieri dell'AVBS (Alta Via Baia del Sole), dell'Onda e dell'antica strada romana (Via Iulia Augusta), salendo tre cime (monti Bignone, Castellaro e Pisciavino o Punta Vegliasco), tra splendidi panorami sul mare e sulle cime innevate delle Alpi Marittime.
Si parte dalla rotonda di fronte al supermercato Conad (zona Vadino) di Albenga in direzione della nuova Aurelia e, dopo poche decine di metri a sinistra, in corrispondenza di una stradina asfaltata, si trova il cartello indicatore dell' AVBS (Alta Via Baia del Sole) con segnavia "due bollini rossi".
Si continua lasciando poco dopo l'asfalto per imboccare un evidente sentiero che raggiunge una carreggiabile sterrata, si passa da un piloncino con Madonna e Madonnina e, poco dopo, si devia a sinistra imboccando il Sentiero dell'Onda in direzione Alassio.
E' questo sicuramente il tratto più panoramico di tutto il percorso che effettua un lungo traversone sul versante orientale del monte Bignone offrendo splendidi panorami sulla sottostante costa a picco dominata dall'isola di Gallinara e dal Capo Santa Croce di Alassio che protegge l'omonimo porticciolo.
Si giunge così sulla cresta che divide il versante di Albenga da quello di Alassio-Laigueglia con un crocicchio di ben cinque sentieri.
Noi prendiamo la direzione segnalata come Raccordo AVBS (Alta Via Baia del Sole) sul sentiero che dapprima costeggia il versante Sud-Ovest del monte Bignone per svoltare poi decisamente ripido verso Nord giungendo al quadrivio della Sella Bignone dove si riprende il percorso dell'Alta Via Baia del Sole.
E' qui che incontriamo una numerosa comitiva di circa 70 arzilli “diversamente giovani” del CAI di Loano che stanno facendo l'anello del monte Bignone in senso contrario al nostro. Tra loro ci sono anche dei cuneesi svernanti in riviera che scambiano uno dei nostri “dutur” per un ex-dipendente Michelin... ma tutto va bene per fraternizzare e scambiare quattro chiacchiere! Tra l'altro ci informano che la Via Iulia Augusta, che noi intendiamo percorrere al ritorno, è chiusa per una frana, ma che è possibile passare senza dover fare una lunga deviazione di di 2,5 km.
Si prosegue sul sentiero quasi pianeggiante che punta in direzione Ovest e s'inizia la salita verso la cima più alta della giornata, il monte Pisciavino o Punta di Vegliasco (597m) caratterizzato da un imponente traliccio carico di ripetitori di tutti i tipi e dimensioni.
Ridiscendiamo per il sentiero di salita fino ad incrociare sulla sinistra la traccia per arrivare alla cima del monte Castellaro (508m) con bella vista sulla Piana di Albenga.
Si prosegue sull'altro versante raggiungendo nuovamente il quadrivio della Sella Bignone dal quale s'imbocca il sentiero che sale il versante occidentale dell'omonimo monte, ponendo attenzione nel superamento di una paretina per aggirare un roccione. Niente di che, anzi può essere divertente, poiché non è un passaggio esposto e sono numerosi gli appigli per le mani e gli appoggi per i piedi (si tratta del punto più "difficile" di tutto il percorso).
In breve si giunge alla vetta del Monte Bignone (523m) con rudere, piazzola e vista splendida sulla costa.
Ora si prosegue scendendo sul versante orientale del monte, sul sentiero con i due bollini rossi, fino ad incrociare la traccia sulla destra che indica la direzione verso Alassio, giungendo in breve al crocicchio ove termina il Sentiero dell'Onda e chiudendo così un primo anello.
Da qui, sempre seguendo le indicazioni per Alassio, si scende sul bellissimo sentiero di cresta a picco su Capo Santa Croce con vista mozzafiato sulla costa da Capo Mele a Capo Noli.
Si perviene quindi al piazzale della Chiesa di Santa Croce ove ha inizio il percorso di 5,5 km tra Alassio ed Albenga dell'antica strada romana Iulia Augusta, voluta dall'imperatore Augusto per collegare la pianura padana con la Gallia e la Spagna.
Come ci avevano avvisato gli amici del Cai di Loano ad un certo punto troviamo la strada sbarrata da uno steccato che pare insuperabile, ma guardando bene si individua, a valle una possibilità di passaggio di cui approfittiamo. La frana, causa della chiusura, con tempo buono non presenta alcuna difficoltà di passaggio e quindi procediamo superando allo stesso modo altri due sbarramenti successivi per giungere nei pressi di Albenga a ricongiungere il sentiero di salita e completare così un secondo anello e la gradevole escursione.
Un saluto ad Angie di Stezzano (BG) che si è aggregata al nostro gruppo nel tratto della via Iulia Augusta!

Escursione effettuata il 26 gennaio 2017
Compagnia dell'Anello formata da: Adriano, Alberto, Angelo, Antonio, Franco. Gianni e Osvaldo
Partenza da Albenga (SV): quota m.10
Punto più elevato raggiunto: Monte Pisciavino 597m
Dislivello cumulato in ascesa: 812m
Sviluppo complessivo del percorso: 16 km
Tempo in movimento: 5h10'
Difficoltà: E (EE per un breve tratto del versante occidentale del monte Bignone) (vedi scala difficoltà)

fotocronaca
...altre foto
Tracciato gps
mappa satellitare


Stampa la pagina Manda la notizia a qualcuno Crea un PDF con questa notizia
Commenti
Visualizzazione:
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori.
Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.

Autore Commento
CompagniadellAnello
Inviato: 29/1/2017 21:02  Aggiornato: 29/1/2017 21:02
Guru
Iscritto: 27/12/2015
Da:
Inviati: 152
 Re: Anello dei monti Pisciavino, Castellaro e Bignone da ...
descrizione del percorso: Adriano
fotocronaca: Angelo
altre foto, tracciato GPS e mappa satellitare: Adriano
Accesso
Nome utente:

Password:


Registrati

Hai perso la password?

Condividi

Cerca
Google


Ricerca avanzata


Installa motore di ricerca

Utenti connessi
20 utenti sono connessi

Iscritti: 0
Visitatori: 20

altri...

A quanto siamo...
Siamo a:



pagine visitate

Pubblicità

   


Google
LaFiocaVenMola.it - info@lafiocavenmola.it