Home | Foto | Video | Notizie | Agenda | GPS | Articoli | Meteo | WebCams | Contattaci | Aiuto

Menu principale

Album foto

Foto a caso

Escursionismo : Anello del Sėntče Valun San Gian 't Vėrnant - Punta Gutzart e Rocce Baila (12 Apostoli)
Autore: cadri (Notizie dello stesso autore)
Notizia inviata il: 11/10/15 01:30
Notizia riferita al: 08/10/15
Letture: 1642

Auspicando una tregua delle nevicate precoci la Compagnia dell'Anello si tiene ancora, per questa settimana, su quote basse e ne approfitta per provare un altro percorso de “I sėntče 't Vėrnant”, una serie di una ventina di tracciati sull'intero territorio comunale di Vernante, ripristinati e segnalati ottimamente con il lavoro congiunto del Comune, della Pro Loco, della Consulta Giovanile e del Gruppo Spontaneo S&B (Sentieri e Bicchieri) che si ripropone la valorizzazione, la tutela e la salvaguardia dei sentieri, dei piloni votivi e del patrimonio naturalistico di Vernante. Il tutto raccolto in una dettagliata cartina in scala 1:20.000 edita da Fraternali.
Dopo la Via di Teit dello scorso anno nel Vallone di Palanfrč proviamo il Sėntče Valun San Gian sul versante opposto, che compie un vasto anello sui lati del Vallone San Giovanni toccando nel punto pił elevato le suggestive Rocce Baila o dei 12 Apostoli (1639 m la punta pił elevata).
Trovandoci nelle vicinanze ed essendo tuttora affetti dall'inguaribile malattia della “puntite”, abbiamo anche raggiunto la cima della Punta Gutzart (1682 m) che s'incontra proseguendo dalle Rocce Baila verso il Passo Ceresole.
Salendo la Valle Vermenagna, poche centinaia di metri prima di Vernante, quando la statale 20 sfiora il viadotto della ferrovia Cuneo-Ventimiglia, s'imbocca sulla sinistra la strada asfaltata del Vallone San Giovanni che sottopassa la ferrovia, transita presso Teit Filibert e raggiunge la bella Capela San Giovanni (fontana).
Per effettuare il nostro anello si lascia l'auto qui e ci s'incammina sulla sterrata pianeggiante verso destra che supera il torrente ed un piazzale di deposito legname dopo il quale si trova sulla sinistra la caratteristica palina segnaletica in legno con l'effigie di Pinocchio che ci seguirą per tutto il percorso.
In salita seguiremo l'indicazione “Sėntče Valun San Gian – 12 Apostoli” mentre in discesa seguiremo “Sėntče Valun San Gian – Capela San Gian” tenendo presente di non perdere mai di vista le numerose tacche rosse che guidano egregiamente l'intero percorso.
Il tragitto, quasi interamente nel bosco, non permette grandi panorami, ma ogni tanto qualche radura lascia spaziare la vista; tali punti panoramici sono evidenziati da appositi cartelli con l'immagine di una telecamera.
Oltrepassata quota mille metri presso Tetto Croce, il castagneto lascia spazio a un bosco misto di betulle e conifere per trasformarsi poi, a quota pił elevata, in bellissima faggeta.
Si raggiunge cosģ il punto panoramico delle Rocce Baila (in realtą non sulle cime ma a quota 1510, su un colletto erboso che le precede) dove si trova il segnavia n. 110.
Da questo punto decidiamo di proseguire sul sentiero L21 verso destra sul crinale per giungere alla Punta Gutzard, lasciando per il ritorno la salita alle cime dei 12 Apostoli.
Seguendo l'ottimo sentiero transitiamo poco dopo nei pressi di una vecchia palina che indica un “Punto panoramico gią Cazegn di Guardie” dal quale si coglie una vista superba sulla Valle Colla, sul Bric Costa Rossa, sul Monte Piane e sulla ormai vicina Punta Gutzart.
Poco pił sopra dove il sentiero si biforca si tiene la destra costeggiando sul versante Ovest la Punta Gutzart e dopo un saliscendi che riporta sulla cresta si abbandona il sentiero e si prosegue a sinistra sullo spartiacque, in un bosco un po’ fastidioso a causa delle fitte sterpaglie, fino alla base della paretina rocciosa che sorregge la vetta della Punta Gutzart. Si sale per una breve cengia a destra, poi si rimonta un corto canalino cespuglioso fino alle roccette sommitali ed al piccolo pianerottolo di vetta della Punta Gutzart (1682m).
Avvistando da questa una seconda punta verso Sud, Antonio, gran divoratore di cime, la sale accertando cosģ che la vera (e pił elevata) Punta Gutzart č quella da noi salita in precedenza.
Ritornati alle Rocce Baila facciamo una puntatina sulla pił alta, che quota 1539m, anche qui con qualche difficoltą per districarsi nella boscaglia che sta completamente colonizzando queste cime e che toglie la voglia di salire anche sulle altre.
Riprendiamo quindi il Sėntče San Gian che scende ripido nel Vallone San Giovanni passando presso i disabitati Teit Leure e pił in basso presso i Teit Söi dove, in questo periodo, ferve l'attivitą di raccolta delle castagne e chiudiamo il bell'anello tornando alla Capela San Giovanni.

Escursione effettuata il 8 ottobre 2015
Compagnia dell'Anello formata da: Adriano, Alberto, Angelo, Antonio, Franco e Osvaldo
Localitą di partenza: Capela San Giovanni 800m
Punto pił elevato raggiunto: Punta Gutzart 1682m
Dislivello cumulato in ascesa: 1000m
Sviluppo complessivo del percorso: 14 km
Difficoltą: E (EE il tratto finale della Punta Gutzart) (vedi scala difficoltą)


Tracciato gps
fotocronaca di Angelo

...altre foto...

mappa interattiva


Stampa la pagina Manda la notizia a qualcuno Crea un PDF con questa notizia
Commenti
Visualizzazione:
I commenti sono proprietą dei rispettivi autori.
Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Accesso
Nome utente:

Password:


Registrati

Hai perso la password?

Condividi

Cerca
Google


Ricerca avanzata


Installa motore di ricerca

Utenti connessi
71 utenti sono connessi

Iscritti: 0
Visitatori: 71

altri...

Pubblicitą

   


Google
LaFiocaVenMola.it - info@lafiocavenmola.it