Home | Foto | Video | Notizie | Agenda | GPS | Articoli | Meteo | WebCams | Contattaci | Aiuto

Menu principale

Album foto

Foto a caso

Alpinismo : Dalla Vernasca alle cime dell'Agnel...
Autore: klaus (Notizie dello stesso autore)
Notizia inviata il: 23/07/13 20:21
Notizia riferita al: 23/07/13
Letture: 1650

Partire presto, salire presto per non patire il caldo...niente da fare, alle 8 il sole già martellava a più non posso.
Il tunnel di Tenda non è ancora aperto, salgo al colle alto e mi faccio tutta la sterrata fino al Jas du Basto...il tratto peggiore, manco a dirlo, è quello che dal colle di Tenda alto va fino al pont de Peyrefique, comunque arrivo alle 6,15 a destinazione e parto baldanzoso.
Seguo lo sterrato chiuso al traffico che va verso il rifugio di Valmasque per lasciarlo dopo una ventina di minuti per seguire a destra il sentiero segnalato che porterà al grande lago dell'Agnel e al colle omonimo. Dopo circa un'altra ora di salita tocco l'insignificante pointe de valmasque (2204 m.) e mi avvicino alla bastionata rocciosa che chiude il vallone. Risalita la bastionata abbandono il sentiero per salire verso destra tra pietraie, gerbidi, roccette e nevai più o meno grandi verso la cresta di confine Roya-Gesso, raggiungendola poco a sinistra della cima di Vernasca (m. 2843). Con un traverso poco sotto il filo raggiungo la cima...grande giornata, si vede tutto...dalla pianura piemontese alle alte cime di Gesso e Roya. Il laghetto di Vernasca poco sotto la cima è ancora completamente ghiacciato e la neve è ancora abbondante...per salire dalla parte piemontese ci vogliono senz'altro i ramponi (se bastano...).
Dopo una breve sosta ritorno di poco sui miei passi e proseguo tenendo quasi costantemente il filo di cresta, in alcuni punti si arrampica e disarrampica un po' ma niente di difficile. Scavalco il Gendarme di Vernasca (2809 m.) e dopo un paio di altri spuntoni rocciosi salgo la cima Est del lago dell'Agnel (questo il nome completo). Mentre il sole continua a martellare senza pietà scende, sempre sul filo di cresta, al colletto tra le due cime dell'Agnel e come ultima cima della giornata salgo sulla vetta della Ovest (m.2795), forse la più panoramica delle due.
Ora devo solo più scendere, non dopo aver fatto un'abbondante colazione. Alcuni ometti mi indicano la via più semplice e veloce per raggiungere il grande lago, senz'altro uno dei più belli delle Alpi. Qui ritrovo una parvenza di sentiero che con alcuni saliscendi (ancora?) contornano tutto il lago, con qualche patema d'animo nell'attraversare un paio de nevai che finiscono dritti nell'acqua...ma fortunatamente la neve tiene bene!
Arrivato nei pressi della bella cascata che scende dalla bastionata rocciosa chiudo il mio anello e dopo è solo più una passeggiata per tornare all'auto e a casa.

Data : 23/07/2013
Partenza : Casterino/Jas du Basto m. 1732
Quota max : Cima Est del Lago dell'Agnel m. 2845
Dislivello totale : m. 1400
Difficoltà : F


Stampa la pagina Manda la notizia a qualcuno Crea un PDF con questa notizia
Commenti
Visualizzazione:
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori.
Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Accesso
Nome utente:

Password:


Registrati

Hai perso la password?

Condividi

Cerca
Google


Ricerca avanzata


Installa motore di ricerca

Utenti connessi
23 utenti sono connessi

Iscritti: 0
Visitatori: 23

altri...

A quanto siamo...
Siamo a:



pagine visitate

Pubblicità

   


Google
LaFiocaVenMola.it - info@lafiocavenmola.it