Home | Foto | Video | Notizie | Agenda | GPS | Articoli | Meteo | WebCams | Contattaci | Aiuto

Menu principale

Album foto

Foto a caso

Escursionismo : Viaggio in Bisalta, dalle Meschie al pian delle Gorre - 09 agosto
Autore: klaus (Notizie dello stesso autore)
Notizia inviata il: 09/08/12 19:38
Notizia riferita al: 09/08/12
Letture: 1243

Era molto tempo che volevo togliermi questo sassolino dallo scarpone, l’occasione giusta è arrivata quando mi hanno proposto di fare il merendero con la cumpa di vecchi amici. Luogo proposto per il…delitto è il fatidico Pian delle Gorre, ma non di domenica perché troppo affollato. Così con la complicità dell’amico+amico (che ha tenuto botta a tutte le domande degli amici del perché non fossi presente) mi porto alle 6 alle Meschie, luogo di partenza del mio “viaggio”.
Invece di salire per la via normale dalla costa della Mula, dal parcheggio delle Meschie si sale subito verso destra, sentiero inizialmente segnalato per stalle Artondù, si attraversa un boschetto molto caratteristico e si risale per prati gonfi di erba rigogliosa fino all’evidente colletto sulla cresta Nord-nord-Est della Bisalta (gias della Sella).
Da qui parte la cavalcata per cresta, molto panoramica, solo un po’ più impegnativa della via normale (si fa grande ginnastica tra i grossi massi) per salire dapprima alla testa delle Gore e poi sulla prima cima della Besimauda (croce). Si scende brevemente al colletto tra le due cime e si guadagna velocemente la cima principale della Besimauda, quella classica (croce).
Una sigaretta e si riparte, ora la traccia verso il Bric Costa Rossa è tutta segnalata, si passa dal Pilier Centrale (croce) e con una breve ultima risalita si arriva al punto più alto della traversata, la grande croce del bric Costa Rossa.
Fino qui io ci ho impiegato 3,30 ore e secondo i miei calcoli sono esattamente a metà del viaggio. Breve sosta e si riparte in leggera discesa toccando cima La Motta (Madonnina, un po’ nascosta), cima Pittè, si attraversa la colla Piana (attenzione massima in caso di nebbia) ,volendo si mette in carniere la punta Colletto e si scende al colletto Mirauda. Breve risalita per toccare anche la punta Agugion, anticima di punta Mirauda e da qui ora è tutta discesa verso il pian delle Gorre, passando per il colle Vaccarile, i due gias omonimi e il gias Fontana.
Perfettamente in orario alle 13,15 sono dagli amici che nel frattempo si sono dati un gran daffare nell’imbandire la tavolata, arrivo giusto in tempo per mettere le gambe sotto il tavolo e una bella bistecca nelle ganasce. Da qui in poi non è che ricordo tutto quello che ci siamo detti, comunque come tutte le belle giornate anche questa è passata troppo in fretta tra grasse risate.
Grazie a Cico che mi ha riportato a prendere la mia auto alle Meschie, grazie a Pier e al suo nebbiolo che “cantava”, grazie a Fede, grande amico e ottimo cuoco, a tutti gli altri componenti della “Vecchia” per la compagnia e per avermi sopportato (e non è facile, mia moglie dice che è un TD+…il sopportarmi, intendo).


Data : 09/08/2012
Partenza : le Meschie (Pradeboni), m. 1100
Quota max : bric Costa Rossa m. 2404
Dislivello totale : m. 1450 circa
Difficoltà : EE
Tempo impiegato : 7,00 ore (solo movimento)


Stampa la pagina Manda la notizia a qualcuno Crea un PDF con questa notizia
Commenti
Visualizzazione:
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori.
Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Accesso
Nome utente:

Password:


Registrati

Hai perso la password?

Condividi

Cerca
Google


Ricerca avanzata


Installa motore di ricerca

Utenti connessi
28 utenti sono connessi

Iscritti: 0
Visitatori: 28

altri...

A quanto siamo...
Siamo a:



pagine visitate

Pubblicità

   


Google
LaFiocaVenMola.it - info@lafiocavenmola.it