Home | Foto | Video | Notizie | Agenda | GPS | Articoli | Meteo | WebCams | Contattaci | Aiuto

Menu principale

Album foto

Foto a caso

Escursionismo : Ravanando un po'...cima dell'Agnel, m. 2927
Autore: klaus (Notizie dello stesso autore)
Notizia inviata il: 25/08/11 18:17
Notizia riferita al: 25/08/11
Letture: 1122

Una cima abbastanza frequentata e molto panoramica ma non l’avevo mai salita, anche se lo scorso anno sono stato bloccato ad un’ora dalla vetta dal mio cronico mal di schiena.
Anche di questi tempi non e’ che vada molto bene (la schiena) ma ho imparato a conviverci.

Albeggia quando mi incammino dal lago della Rovina per il ripido sentiero che sale alla diga del Chiotas e al rifugio Genova (fino al 14 ottobre ci sono lavori in corso alla grande diga e non si puo’ attraversare per salire al colle del Chiapous, ma bisogna fare il percorso alternativo che passa dal rifugio e contorna il lago dalla parte opposta…ma per oggi a me chemmefrega?).

Poco prima del rifugio prendo la piccola deviazione a sinistra, nascosta nell’erba alta, segnalata abbondantemente con tacche gialle alquanto sbiadite, che con alcune serpentine sale alla serra dei Piastroni. Qui le tacche gialle ( che comunque non sono state fatte con giudizio…in alcuni punti ravvicinate fin troppo, in altri a decine di metri una dall’altra e dipinte sulla superfice piana del masso…invisibili salendo!) improvvisamente finiscono (avevano finito la vernice?) e si continua seguendo i numerosi ometti che portano con un po’ di ravanamento in pietraia al colletto dell’Asino (o bassa Margot), m. 2645.

Dal colletto, sempre facendosi guidare dagli ometti si sale lungo il pietroso dorso della montagna scoprendo che la puntina rocciosa che si vede dal rifugio Genova non e’ la cima dell’Agnel ma la punta della Valletta dell’Asino…e io che credevo…ma guarda un po’, non si finisce mai di imparare…

Comunque non manca piu’ molto e dopo un po’ di ginnastica tra grossi massi arrivo in vetta, naturalmente non c’e’ anima viva. Sotto una pietra c’e’ un piccolo contenitore arrugginito che contiene il “libro” di vetta…solo pochi foglietti di natura diversa tutti fittamente scritti.

Il panorama e’ veramente bello, peccato che le due regine (Argentera e Gelas) siano gia’ un po’ coperte dalla nuvolaglia…per il resto e’ tutto li’ a portata di…occhi.
Tengo d’occhio le nuvole e quando cominciano ad avvicinarsi troppo decido di scendere, non e’ un bel posto per trovarsi nella nebbia da soli…sarebbe molto facile perdere l’orientamento ed andarsi ad infognare in qualche canalone fott…antipatico. Invece tutto bene, gli ometti e le tacche di vernice si vedono molto meglio scendendo.

Ripassando dal Genova c’e’ un mucchio di gente, ora hanno anche istituito un servizio navetta che parte dal parcheggio-pescatori e per la modica cifra di 5,50 euri porta i merenderos al rifugio senza faticare…Al lago, nell’area attrezzata, tanta gente intenta a far cuocere di tutto, e mangiano, e bevono come cammelli, e si godono il fresco sotto gli ombrelloni…E noi poveri vecchietti, invece…3 euri per il parcheggio e poi a sudare per salire su qualche cima…ma chi ce lo fa fa’…e ci guardano pure come a dire guarda quello, e’ disfatto come un uovo caduto per terra…sansacugnisiun!


Data : 25/08/2011
Localita’ : valle Gesso (della Rovina)
Partenza : lago della Rovina, m. 1535
Vetta : cima dell’Agnel , m.2927
Dislivello : m. 1392
Difficoltà’ : EE


Stampa la pagina Manda la notizia a qualcuno Crea un PDF con questa notizia
Commenti
Visualizzazione:
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori.
Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.

Autore Commento
Jacolus
Inviato: 25/8/2011 21:39  Aggiornato: 26/8/2011 7:16
Iscritto: 5/12/2008
Da: Piasco
Inviati: 10819
 Re: Ravanando un po'...cima dell'Agnel, m. 2927
Quando ero giovane se mi lamentavo di mal di schiena mi dicevano (ses stait cun 'l cul a serena neh!?)e giù risate...scherzi a parte non penso che sia proprio il nostro caso..(fosse pure!)Ormai bisogna conviverci,nel mio caso e vent'anni che "sun fra'" nel senso che ho una staffa con sei viti parker! In montagna devo fare attenzione ai temporali,"tiru 'l trun!"ma siamo fortunati ad avere ancora la volontà "de andè a pistè pere"e non andare su con la navetta,è giusto che paghino il servizio, ma quello che non mi va giù e chi si incominci a far pagare i parcheggi di montagna un pò da per tutto,e nessuno si lamenta, che servizi danno?...tentano di monetizzare tutto...Per fortuna lassù dopo 4 o 5 ore di salita quando si arriva in cima non c'è nessuno che ci fa pagare il biglietto... Buone gite! AH!!!dimenticavo ho sempre un'amulin di Centerbe, nel caso ti incontrassi....

Autore Commento
klaus
Inviato: 26/8/2011 10:11  Aggiornato: 26/8/2011 10:11
Guru
Iscritto: 14/2/2010
Da: Magliano Alpi
Inviati: 696
 Re: Ravanando un po'...cima dell'Agnel, m. 2927
Parole sante...anche perche' se non sbaglio hai amicizie varie nel clero...

In quanto all'amulin tienilo li' buono buono...le montagne non si incontrano ma chi le calpesta prima o poi...
ciao !
Accesso
Nome utente:

Password:


Registrati

Hai perso la password?

Condividi

Cerca
Google


Ricerca avanzata


Installa motore di ricerca

Utenti connessi
19 utenti sono connessi

Iscritti: 0
Visitatori: 19

altri...

A quanto siamo...
Siamo a:



pagine visitate

Pubblicità

   


Google
LaFiocaVenMola.it - info@lafiocavenmola.it