Home | Foto | Video | Notizie | Agenda | GPS | Articoli | Meteo | WebCams | Contattaci | Aiuto

Menu principale

Album foto

Foto a caso

SciAlpinismo : Il "mio"25 aprile,festeggiato nel vallone dei Duc
Autore: Jacolus (Notizie dello stesso autore)
Notizia inviata il: 27/04/09 16:13
Notizia riferita al: 27/04/09
Letture: 1193

Sono le sei,guardo fuori,piove,sento il Varaita in lontananza con il suo sinistro brontolio,stà ingrossando.Degli amici passano a prendermi,ma la moglie vuole impedirmi di andare. Oggi è giorno di "marca"ho anch'io due personalissimi anniversari da festeggiare oltre quello della Liberazione;uno è quando mi ruppi la schiena il 25 aprile di alcuni anni fà,l'altro è il 25 aprile del 2007 cui mi sono rotto un femore.Giustamente lei ha timore che mi succeda ancora qualcosa.Tuona più lei in casa che il temporale fuori,ma io disubbidiente per natura non sopporto imposizioni,tanto meno oggi che è la festa della Liberazione! Con zaino in spalla e Jolie tutta festante alle calcagna,lascio il domo.I miei compagni vedendomi arrivare tutto sotto sopra mi domandano come stò,rispondo loro che mi sento come si è sentito Noè quando ha visto le previsioni del tempo! Non c'è molta scelta,il tempo è brutto,se vogliamo incontrare nessuno propongo il vallone dei Duc,forse c'è ancora un pò di traccia dell'altro giorno,poi chissà...qualcosa si potrà fare.Ci addentriamo nel bosco dell'Alevè in un ambiente da favola,i pini cembri sono spruzzati da una finissima farina,disegniamo la traccia in un palmo di zucchero.Procediamo in una foschia ovattata,abbiamo la sensazione che mille occhi ci osservino,sono gli spiriti della foresta. Infatti Jolie è molto inquieta,sente la presenza di fauni,satiri folletti e gnomi che fluttuano invisibili tra i rami. Arriviamo al grande albero,continuare non se ne parla,questo è l'ultimo avamposto sicuro per non perderci nella nebbia.Ci fermiamo a festeggiare a nostro modo la festa della Liberazione,quest'albero ne è il simbolo;Chissà per quanti secoli ha lottato contro gli elementi avversi della natura;neve,pioggia, vento e sole, siccità,fulmini e saette,nulla hanno potuto contro di Esso.Ora è sempre lì,alto forte, diritto, fiero e maestoso,osserva dalla sua imponenza le nostre miserie! Io con qust'albero sono diventato amico,ci parlo perfino quando passo da queste parti!L'ultima volta mi ha domandato: "a l'as pà un bon bicer 'd barbera da deme?"Questa volta non lo deludiamo,per festeggiare degnamente il 25 aprile ci accampiamo ai suoi piedi,allarghiamo una tovaglia e ci mettiammo un bel salame al barolo innaffiato da un'ottimo barbaresco e una bonarda frizzante,seguito da un gorgonzola piccante e stagionato che per poterlo assaggiare occorre correrci dietro!Come dessert quasi due chili di tiramisù portato in una teglia.Infine per poter mandar tutto giù,niente di meglio che una grappa di trent'anni di 75 gradi fatta "in casa" da un mio amico,ahimè,morto di cirrosi molti anni fà Non poteva poi mancare il caffè fatto in loco con la caffettiera.Infine prima di scendere per vedere se ci reggevamo ancora in piedi,l'immancabile prova con l'etilometro. Naturalmente abbiamo superato tutti di gran lunga il massimo consentito,Jolie inclusa! Ma oggi non è la festa della liberazione?siamo o no liberi di fare tutto ciò che vogliamo? Mentre sembriamo come degli indiani inebriati e impazziti che danzano attorno ad un totem,dal grande albero pare uscire una voce che dica tuonando:MIEI CARI SIGNORI,VOLETE ESSERE LIBERI? ALLORA SIATE RESPONSABILI! MA...QUANDO SARETE RESPONSABILI, AHIME',NON SARETE PIU' LIBERI! :?Scendiamo con quel monito che ci rimbomba dentro e ci fà riflettere.Penso,un uomo libero non ha bisogno di leggi e regolamenti,ma deve saper autodisciplinarsi,rispettando la Natura che lo circonda,gli altri e se stesso.Tuttavia fà bene allo spirito ogni tanto trovare uno "spazio liberato e liberante" da riempire di gioia e buon umore,poter alzare le braccia al cielo e ancora più lontano,ma mai dimenticare di tenere i piedi ben saldi a terra! Libertà sorella del vento...si cantava nel '68. Se mai un giorno saremo "vento",allora saremo veramente liberi!


Stampa la pagina Manda la notizia a qualcuno Crea un PDF con questa notizia
Commenti
Visualizzazione:
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori.
Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.

Autore Commento
emilio
Inviato: 28/4/2009 23:31  Aggiornato: 28/4/2009 23:31
Guru
Iscritto: 25/7/2005
Da: Rivoli
Inviati: 324
 Re: Il "mio"25 aprile,festeggiato nel vallone d...
perchè vi siete fermati al GRANDE ALBERO?
ma non eri tu quello che si diverte nella nebbia?
beh, in effetti con tutto l'alcool di cui parli hai voglia di nebbia.
ciao
Emilio

Autore Commento
tala
Inviato: 28/4/2009 11:17  Aggiornato: 28/4/2009 11:17
Guru
Iscritto: 7/3/2005
Da: Torino
Inviati: 789
 Re: Il "mio"25 aprile,festeggiato nel vallone d...
Bellissimo! Non vedo l'ora di vedere "L'Albero"

Autore Commento
Jacolus
Inviato: 29/4/2009 21:34  Aggiornato: 29/4/2009 21:34
Iscritto: 5/12/2008
Da: Piasco
Inviati: 10819
 Re: Il "mio"25 aprile,festeggiato nel vallone d...
Se ti fa piacere ti spiego come trovarlo:Lasci l'auto a Castelponte val Varaita,in un'ora arrivi al rif.Bagnour,poi segui l'indicazione per il passo dei Duc,d'estate,altrimenti tieni per lo più il fondo del vallone e alla fine del bosco si arriva sulla morena 2400 c.Un pò più avanti a 2420 mt. in un pianoro al centro del vallone ti appare in tutta la sua grandezza.Poi puoi continuare verso le Lobbie la Jarea o altre cime che lo circodano.

Autore Commento
alex
Inviato: 27/4/2009 23:01  Aggiornato: 27/4/2009 23:01
Primo della classe
Iscritto: 29/8/2005
Da: San Ruman
Inviati: 51
 Re: Il "mio"25 aprile,festeggiato nel vallone d...
bel racconto!!
ma non ti mai venuta l'idea di scrivere un libro?
noooo?
allora pensaci.....eh eh

abbraccio
Accesso
Nome utente:

Password:


Registrati

Hai perso la password?

Condividi

Cerca
Google


Ricerca avanzata


Installa motore di ricerca

Utenti connessi
29 utenti sono connessi

Iscritti: 0
Visitatori: 29

altri...

A quanto siamo...
Siamo a:



pagine visitate

Pubblicità

   


Google
LaFiocaVenMola.it - info@lafiocavenmola.it