Home | Foto | Video | Notizie | Agenda | GPS | Articoli | Meteo | WebCams | Contattaci | Aiuto

Menu principale

Album foto

Foto a caso

MTB : Una lunga pedalata in Valle Orco (MTB) - 08 marzo 2009
Autore: Andrea81 (Notizie dello stesso autore)
Notizia inviata il: 13/03/09 12:49
Notizia riferita al: 13/03/09
Letture: 1898

Ecco il percorso seguito:

Cuorgnè m.414 - Ribordone m.1023 - Talosio m.1225 - Santuario di Prascondù m.1321 - Talosio m.1225 - Ciantel m.1392 - Sparone m.552 - Rocca di Sparone m.650 - Cuorgnè m.414 - Sacro Monte di Belmonte m.727

L'astinenza da vere salite in sella era troppa, oggi complici anche le temperature finalmente primaverili ne approfitto.
E poi oggi è l'8 marzo, devo accontentare la mia LEI!!
Ovviamente viste le condizioni neve più che asfalto non posso masticare.
Parto da Cuorgnè e risalgo la valle Orco fino a Sparone, ovviamente venticello contrario. A Sparone inizia la vera salita, nel vallone di Ribordone, una vallata laterale poco frequentata ma paesaggisticamente molto bella.
Salita regolare fino a Ribordone, anche se la mancanza di allenamento la rende più ostica del dovuto. Superato Ribordone (e evitato l'assalto di due cani poco simpatici) le pendenze si fanno toste, un paio di km al 13%, che però non sento particolarmente, la gamba si sta riscaldando. Arrivato a Talosio, tantissima neve molta anche recente, la strada spiana ed in breve giungo alla mia meta, il Santuario di Prascondù, peccato che l'ultimo tratto di strada sia sommerso da un metro di neve, ovviamente la bike ed io non ci tiriamo indietro, pena avere i piedi fradici dopo due minuti.
Foto di rito e via di ritorno, fino a Talosio. Ma la giornata merita ed è ancora presto, quindi salgo brevemente a Ciantel, altra piccola frazione sperduta, buon punto panoramico sulla testata della valle. Da qui si vedono infinite slavine di fondo sui monti circostanti, alcune delle quali enormi e in prossimità di baite!
Riprendo a scendere, fino a Sparone, dove per saggiare un po' di sterrato, risalgo sulla Rocca di Arduino, con i ruderi del castello e la Chiesetta di Santa Croce, un notevole punto panoramico raggiungibile con una salita breve ma dura.
Scendo nuovamente a Sparone e da qui a Cuorgnè, ma non è ancora finita, il Sacro Monte di Belmonte è vicino e la salita invitante, quindi presto deciso mi tocca l'ennesima fatica. Peccato che la crisi di fame ed energie è vicina, sono solo 6 km nemmeno troppo duri, ma sembra di avere un macigno legato dietro. L'ultimo chilometro poi è davvero infernale, pendenze oltre il 15%.
Pur con la lingua per terra riesco in qualche modo a giungere in cima, dove sorge il grosso santuario, e poco oltre, sulla vera punta del monte, la grossa statua di San Francesco.
Guardo l'ora, sono le 15.30, oggi ho pedalato sei ore senza quasi mai fermarmi... anche la discesa per tornare all'auto diventa una fatica!
Come dico sempre io, questi chilometri macinati sono 'fieno in cascina' per l'estate, con i suoi numerosi progetti più o meno folli.

Data: 08 marzo 2009
Quota max: 1321
Partenza da: Cuorgnè
Quota partenza: 414
Dislivello: 1440 totali
Zona: Valle Orco Vallone di Ribordone
Difficoltà: MC

Album Foto


Stampa la pagina Manda la notizia a qualcuno Crea un PDF con questa notizia
Commenti
Visualizzazione:
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori.
Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Accesso
Nome utente:

Password:


Registrati

Hai perso la password?

Condividi

Cerca
Google


Ricerca avanzata


Installa motore di ricerca

Utenti connessi
83 utenti sono connessi

Iscritti: 0
Visitatori: 83

altri...

Pubblicità

   


Google
LaFiocaVenMola.it - info@lafiocavenmola.it