Home | Foto | Video | Notizie | Agenda | GPS | Articoli | Meteo | WebCams | Contattaci | Aiuto

Menu principale

Album foto

Foto a caso

Racchette da neve : Esplorazione nella conca di Scalaro, Cima del Vallone & Cima Bracca
Autore: Andrea81 (Notizie dello stesso autore)
Notizia inviata il: 04/03/09 18:28
Notizia riferita al: 04/03/09
Letture: 1885
Racchette da neve

All'assalto di una cima in una zona per me ancora nuova, la conca di Scalaro, che offre diverse possibilità per gli amanti dello sci e delle racchette da neve.
Oggi in compagnia del socio Danilo, in una giornata finalmente primaverile, lo capiamo quando appena scesi dall'auto iniziamo a salire in maniche corte.
Nel primo tratto, dopo l'attraversamento del ponte, lungo il sentiero gta, la neve è ormai agli sgoccioli e saliamo a piedi senza problemi. Solo in vista della borgata Capanne il manto diventa continuo ed abbondante. La neve è già pesante e talvolta cede nonostante sia mattina.
La prima metà del percorso, fino all'Alpe Staven è molto dolce e panoramica, poi le pendenze si accentuano. Ci infiliamo nel breve canalone che scende a destra della Cima Bracca, e con un tratto più ripido con neve durissima (ottimo test per le nuove racchette) arriviamo al colletto.
Volgiamo a destra percorrendo con percorso libero l'ampissima dorsale, dolce e panoramica fino al grosso ometto in cima.
Ormai sulla dorsale la neve è agli sgoccioli, Danilo addirittura toglie le racchette e prosegue su lingue erbose.
Dalla cima vediamo diversi scialpinisti sul Monte Cavalcourt e verso la Cima Bonze, su pendii sostenuti e apparentemente trasformati. Continue scariche di pietre e neve dai contrafforti a sud più ripidi, per fortuna abbastanza lontane delle tracce di salita e discesa.
Solita lunga sosta in vetta, poi discesa fino al colle, e breve ma ravanosa risalita alla cima Bracca, togliendoci le racchette per salire le roccette finali.
Tempo in peggioramento, con le foschie che dai bassi strati salivano rapidamente da ovest, quindi non ci resta che scendere.
Neve bella e divertente dove il sole ha scaldato, un po' più crostosa altrove, e infine il tratto più in basso sfondava decisamente, ma dura poco.

In conclusione finalmente una gita degna di nota, dopo una lunga serie di cimette minori; si può iniziare a puntare un po' più in alto!

Data: 28 febbraio 2009
Quota max: 2134
Partenza da: Santa Maria (Quincinetto)
Quota partenza: 1000
Dislivello: 1134
Zona: Bassa Valle d'Aosta
Difficoltà: MR

Album Foto


Stampa la pagina Manda la notizia a qualcuno Crea un PDF con questa notizia
Commenti
Visualizzazione:
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori.
Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Accesso
Nome utente:

Password:


Registrati

Hai perso la password?

Condividi

Cerca
Google


Ricerca avanzata


Installa motore di ricerca

Utenti connessi
60 utenti sono connessi

Iscritti: 0
Visitatori: 60

altri...

Pubblicità

   


Google
LaFiocaVenMola.it - info@lafiocavenmola.it