Home | Foto | Video | Notizie | Agenda | GPS | Articoli | Meteo | WebCams | Contattaci | Aiuto

Menu principale

Album foto

Foto a caso

Escursionismo : Anello del Monte Maurel, Punta Rasis e Testa Rasis, da Sant'Anna di Bellino
Autore: CompagniadellAnello (Notizie dello stesso autore)
Notizia inviata il: 14/08/22 12:22
Notizia riferita al: 04/08/22
Letture: 274

Quest'anno S. Anna di Bellino, Valle Varaita, è particolarmente visitata dalla Compagnia dell'Anello: in meno di due mesi, è già la terza volta che parcheggiamo l'auto a ridosso del ponticello che scavalca i rii che qui confluiscono, discendenti dai quattro valloni principali, e cioè Varaita di Rui, Ciabriera, Autaret e Traversagn; e sarà verso quest'ultimo che dirigeremo i nostri passi per l'odierna escursione.
Siamo solo in tre: come si una dire “pochi, ma buoni”. La giornata si presenta fastidiosamente con un caldo afoso quasi insopportabile già di primo mattino: si suda abbondantemente, il tasso di umidità è molto elevato; le previsioni meteo indicano marcata possibilità di pioggia dal primo pomeriggio, infatti... !
Tralasciando la descrizione dell'itinerario motorizzato, già più volte indicato in precedenti relazioni, in cammino ci inoltriamo nell'ampio Vallone Traversagn lungo la strada sterrata che lo risale in direzione Ovest: per accorciare il percorso, decidiamo di utilizzare un paio di scorciatoie fino ad incrociare un sentiero che, partendo dalla quota 2100 m circa, si inerpica verso Est dopo aver guadato un piccolo rio che si origina dalle falde sottostanti della Costa Sturana.
Sulla palina segnaletica, qualcuno ha recentemente scritto con un pennarello “sentiero al limite della praticabilità”: immediatamente ci viene da pensare a qualche smottamento o frana, anche se di piogge quest'anno non se n'è vista nemmeno l'ombra. Decidiamo comunque di proseguire verso l'alto, quasi convinti che l'aggiunta inquietante sia stata opera di qualche burlone.
Amara sorpresa: ci troveremo ad arrancare e “ravanare” tra una fittissima vegetazione cespugliosa di ontano verde, che per numerosi tratti si è letteralmente inghiottita il sentiero; sudati e spossati, riusciamo comunque ad emergere nei pressi del Colletto di Traversagn m 2324.
Tralasciando sulla destra la contigua Rocca Vuorze m 2349, già salita in una precedente escursione, ci inerpichiamo ora su pendenze decisamente più impegnative verso la meta principale – anche se non la più elevata – del nostro itinerario: il Monte Maurel m 2604, che raggiungiamo scalando l'ultimo breve tratto della cresta Nord con una facile arrampicata.
Una grande croce di vetta è stata posizionata abbastanza di recente: la panoramica purtroppo oggi non è delle migliori, a causa della consistente nuvolaglia che già dal mattino staziona in questi paraggi; Rocca la Marchisa, Pic de Sagneres, Rocca Gialeo, Monte Camoscere e Pelvo d'Elva, per citare solamente i giganti più vicini, si individuano ancora abbastanza bene, ci accontentiamo così.
Dalla cima del M. Maurel discendiamo ora lungo la facile cresta Sud, per proseguire poi attraverso una traccia che consente di aggirare i contrafforti rocciosi della Punta Rasis m 2630, che saliremo lungo il ripido ma facile crestone SSO: sostanzialmente stiamo percorrendo la lunghissima teoria della Costa Sturana, che ha inizio praticamente da Sant'Anna di Bellino e termina appena al di sotto della Quota m 2985, nei pressi del Colle della Marchisa.
Questa barriera rocciosa costituisce il lungo tratto panoramico della costiera divisoria tra i valloni di Traversagn e di Camosciera: dopo una breve puntatina alla vicinissima Testa Rasis m 2614, termineremo la nostra frenesia di “puntite” alla quota m 2626, costituente il culmine della già descritta Costa Sturana.
I nuvoloni sempre più densi e, perché no!, la stanchezza, ci consigliano ora una lesta ritirata verso valle; sfruttando le numerose tracce dei bovini che quassù pascolano probabilmente da secoli, scendiamo velocemente verso le Sagneres ed il successivo Piano di Traversagn.
Breve sosta rifocillatrice alla Grangia Verusces Superiore, deliziosamente ristrutturata, dove una inaspettata fonte ci rinfresca e disseta abbondantemente.
La pioggia si avvicina, in forte anticipo sul previsto: guadato il Bedale Cugn Grand, giù a rotta di collo lungo la strada e le ultime scorciatoie del Vallone Traversagn.
Ce l'abbiamo messa tutta, ma non è bastato: classica doccia anticipata a poche decine di metri dalla macchina, che comunque, con tutta la siccità di queste ultime stagioni, risulta perfino gradita; in più, lavaggio auto gratuito!
Note di toponomastica:
Ciabriera, localm. Chabriero Vallone di: Ciabrera o Ciabriera è un 'territorio elevato frequentato prevalentemente da camosci';
Autaret, localm. L'Aaoutaret, Vallone dell' : Aoutaret, (lat. Altus, prov. Auto) è una denominazione aggettivale assegnata ai 'luoghi elevati, emergenti';
Traversagn, localm. Travesanh, Colletto di, Piano di: Traversagn 'valico, passaggio tra due versanti';
Vuorze, Rocca: Vuorze è il nome locale di una varietà di 'salice', il Salix capraea;
Maurel, localm. Mourel, Monte: Maurel condivide l'etimologia espressa per Maura; tuttavia si ricorda la coincidenza tra il nome della montagna e il cognome di alcune antiche famiglie dell'alta Valle Varaita di Bellino, i Morelli, Morel;
Rasis, localm Razis, Punta, Testa: Rasis pare condividere il significato di Rasciassa; tuttavia non si esclude un accostamento anche alla voce di Rasur 'erba corta, non falciabile';
Sturana, Costa: la connessione con l'idronimo Stura pare meno convincente di un errore di trascrizione per Surana che, dal prov. Soubrano 'superiore', ne conferma la posizione elevata;
Verusces, localm. Gronjes Verouseo, Grange soprane, sottane: Verusces condivide il significato espresso per Verous, 'ontaneto'.

Escursione effettuata il 4 Agosto 2022
Compagnia dell'Anello formata da: Angelo, Antonio e José
Località di partenza: Sant'Anna di Bellino 1841m
Punto più elevato raggiunto: Punta Rasis 2626m
Dislivello cumulato in ascesa: 935m
Sviluppo complessivo del percorso: 12,4 km
Tempo in movimento: 4h 30'
Difficoltà EE (vedi scala difficoltà)
fotovideocronaca
Tracciato gps


Stampa la pagina Manda la notizia a qualcuno Crea un PDF con questa notizia
Commenti
Visualizzazione:
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori.
Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.

Autore Commento
CompagniadellAnello
Inviato: 14/8/2022 12:57  Aggiornato: 14/8/2022 12:57
Guru
Iscritto: 27/12/2015
Da: Cuneo
Inviati: 577
 Re: Anello del Monte Maurel, Punta Rasis e Testa Rasis, d...
Descrizione del percorso: Antonio
Fotovideocronaca: José
Tracciato GPS: Angelo
Elaborazioni grafiche e coordinamento redazionale: Adriano
Accesso
Nome utente:

Password:


Registrati

Hai perso la password?

Condividi

Cerca
Google


Ricerca avanzata


Installa motore di ricerca

Utenti connessi
40 utenti sono connessi

Iscritti: 0
Visitatori: 40

altri...

A quanto siamo...
Siamo a:



pagine visitate

Pubblicità

   


Google
LaFiocaVenMola.it - info@lafiocavenmola.it