Home | Foto | Video | Notizie | Agenda | GPS | Articoli | Meteo | WebCams | Contattaci | Aiuto

Menu principale

Album foto

Foto a caso

Come eravamo : Mont Maudit in sci dai Grands Mulets (1993)
Autore: vecchiomio (Notizie dello stesso autore)
Notizia inviata il: 29/06/20 16:50
Notizia riferita al: 29/06/20
Letture: 123
Come eravamo

Siamo in tre a salire con gli sci a spalle il pendio ripido sopra il Grand Plateau, verso le linee più dolci che precedono il colle della Brenva. Tre, numero perfetto secondo i Pitagorici: con tre punti infatti si definisce un piano e con tre assi si misura lo spazio. Era un numero sacro sia per i Cristiani, che veneravano la SS.Trinità, sia per gli Induisti, che avevano Brahma, Shiva e Vishnu come Trimurti. Tre sono i paperi Qui, Quo e Qua, tre i moschettieri, tre i porcellini, tre le civette sul comò, tre le Grazie, tre i canti della Divina Commedia, tre le articolazioni umane del tempo (prima, adesso, dopo) e poi “un, due, tre” prima del via. Anche i Cinesi consideravano il tre un numero magico, o almeno simbolico, perché ritenevano rappresentasse le tre componenti dell’Universo: l’Uomo, il Cielo e la Terra…e in effetti qui intorno non c’è proprio nient’altro oltre a questi tre elementi: tutto il resto che ci riempiva la vita quotidiana è rimasto più in basso, nel mondo che abbiamo momentaneamente abbandonato. Ma più prosaicamente tre è un numero perfetto quando davanti c’è uno come Paolo, che nonostante i capelli grigi e senza apparente fatica batte la traccia a piedi, nella neve profonda, sul pendio troppo ripido per salire con gli sci ai piedi. Al colle della Brenva fa così caldo (a Chamonix c’erano 30 gradi!) che Paolo si mette di nuovo a torso nudo e sale così gli ultimi metri fino in cima al Mont Maudit. Penso a Henry e Vincedon, i due ragazzi Belgi che nel 1956 , il giorno di capodanno, fecero una cordata unica con Bonatti, incontrato per caso mentre stava salendo con un cliente, dal versante della Brenva e lì, sotto al Colle dove adesso ci saranno 15 gradi,tentarono di scendere proprio dove siamo saliti noi, ma la neve era troppa e pure la stanchezza, e morirono di freddo e stenti.
Prima di scendere ci stringiamo la mano, guardo i due amici e dico solo tre parole: -Siamo sul Maudit!-

Mont Maudit in sci, salendo dal Rif. dei Grands Mulets (Chamonix). Luglio 1993

Album foto


Stampa la pagina Manda la notizia a qualcuno Crea un PDF con questa notizia
Commenti
Visualizzazione:
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori.
Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Accesso
Nome utente:

Password:


Registrati

Hai perso la password?

Condividi

Cerca
Google


Ricerca avanzata


Installa motore di ricerca

Utenti connessi
43 utenti sono connessi

Iscritti: 0
Visitatori: 43

altri...

A quanto siamo...
Siamo a:



pagine visitate

Pubblicità

   


Google
LaFiocaVenMola.it - info@lafiocavenmola.it